riesame 

Furti in Costa: in libertà un indagato

Sostituito il carcere con l’obbligo di dimora per Sonia Balestra

OLBIA. È accusata, insieme ad altri due complici, di aver messo a segno, l’estate scorsa, numerosi furti nei negozi di lusso della Costa Smeralda. Sonia Balestra, 47 anni di Fidenza (Parma), arrestata insieme ad altre due persone, Antony Demetrio, 38 anni originario di Savona, e Jenny Balestra, 32 anni di Lucca, è stata scarcerata dal tribunale del Riesame a cui aveva presentato ricorso contro la misura il suo difensore, l’avvocato Mario Perticarà. I giudici hanno disposto nei confronti della donna l’obbligo di dimora. I presunti ladri in trasferta in Gallura erano stati arrestati al termine di una serrata attività d’indagine portata avanti dai carabinieri della stazione di Porto Cervo e del reparto territoriale di Olbia, sotto il coordinamento della Procura di Tempio. Il reato ipotizzato nei confronti dei tre indagati è di furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito. Diversi i furti che la banda avrebbe messo a segno a luglio e agosto nelle boutique di Palau, Porto Cervo, Baja Sardinia, Golfo Aranci e Porto San Paolo. Il modus operandi, secondo la ricostruzione degli inquirenti, era sempre lo stesso. Sceglievano il negozio ed entravano in gruppo. Uno teneva impegnata l’inconsapevole commessa chiedendo di mostrare capi di abbigliamento, calzature, borse di valore o preziosi, mentre gli altri coglievano l’attimo di distrazione per sottrarre portafogli,
denaro in contanti, bancomat, carte di credito o borse griffate. I tre erano stati arrestati al loro rientro nella penisola. I militari di Borgo Sesia avevano fermato l’uomo e poi i carabinieri di Lucca avevano individuato e arrestato le due donne, a Nozzano San Pietro. (t.s.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller