Discarica di materiale nautico in un terreno a Porto Cervo

Operazione della guardia di finanza: in un'area di 2.000 metri quadri barche, pontili, roulotte e rifiuti pericolosi

ARZACHENA. Un cimitero di vecchie barche in un terreno a due passi dalla Costa Smeralda: i finanzieri della Tenenza di Palau, in particolare i militari del Nucleo Mobile di Palau, hanno sequestrato un'area privata a Porto Cervo, nel territorio del Comune di Arzachena, sul quale era accatastato un grande quantitativo di materiali nautici in condizioni fatiscenti, numerose imbarcazioni in disuso e rifiuti di ogni genere, alcuni dei quali di tipo speciale e pericoloso.

Il terreno è di proprietà di una impresa edile con sede ad Olbia: erano ammassate cinque imbarcazioni in vetroresina inutilizzabili, 15 pontili metallici galleggianti completamente deteriorati, due roulotte non più idonee alla circolazione, numerose batterie per auto esauste, materassi, vecchi elettrodomestici e sanitari, motori da imbarcazione e diversi metri cubi di altri rifiuti plastici e ferrosi.

L'area sottoposta a sequestro è di circa 2000 metri quadrati ed era

stata trasformata in una vera e propria discarica a cielo aperto.Il rappresentante legale della società proprietaria del terreno, S.L., originario della provincia di Cagliari, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Tempio Pausania per il reato di deposito incontrollato di rifiuti.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community