Guard rail killer: il pm chiede l’archiviazione

Gian Paolo Spanu morì dissanguato: la lamiera gli amputò la gamba. La famiglia vuole nuove indagini

LOIRI PORTO SAN PAOLO. Per la quarta volta la Procura chiede l’archiviazione. E per la quarta volta, la famiglia della vittima si opporrà alla richiesta di archiviazione. La vicenda è quella della tragica morte di Gian Paolo Spanu, muratore di Olbia. Il 22 ottobre 2014, mentre percorreva la sp 24 Loiri Porto San Paolo -Padru, all’altezza di Azzanì, perse il controllo dell’auto che aveva sbandato finendo contro il guard rail: le lamiere entrarono nell’abitacolo, recidendogli di netto la gamba sinistra. Morì dissanguato, a 34 anni.

Per l’avvocato Giuseppe Bardini che rappresenta la vedova e i quattro figli dello sfortunato muratore, la morte dell’automobilista sarebbe stata provocata dal guard rail che in quel punto, così sostiene il legale che ha già depositato a suo tempo la consulenza tecnica di parte, era gravemente lesionato o assente. Quindi, la barriera, anziché proteggere e impedire l’uscita di strada della macchina, si era letteralmente conficata all’interno dell’abitacolo, provocando la morte dell’uomo. Per tre volte la Procura ha chiesto l’archiviazione e per tre volte tre giudici diversi hanno disposto che venissero fatte ulteriori indagini per fare chiarezza su quella morte. L’ultima ordinanza del gip risale al dicembre 2018: disponeva che il pubblico ministero svolgesse nuove indagini per accertare le cause della morte del muratore e lo stato del guard rail nel tratto dove avvenne l’incidente. Ora, la Procura, chiede per la quarta volta l’archiviazione: nessuna valutazione sul pezzo del guard rail “incriminato” può essere fatta, perché non è disponibile. E dalle investigazioni integrative svolte, la responsabilità dell’incidente viene ricondotta esclusivamente all’automobilista
che avrebbe avuto una velocità non adeguata a quel tratto di strada, reso viscido dalla pioggia. Queste le conclusioni del pm. Ma il legale non ci sta. «Ci opporremo ancora – dice Bardini – Non è stata fatta ancora chiarezza ed è assurdo che il guard rail sia stato rubato». (t.s.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community