Nuove opere, c’è la svolta si completa lo spazio Faber

Interventi negli impianti sportivi, alla stazione e nella caserma dei vigili del fuoco Attesa per la realizzazione del museo multimediale ideato da Renzo Piano

TEMPIO. La giunta comunale di Tempio, che da ieri dovrebbe essere ormai priva di Andrea Biancareddu, (le sue dimissioni da sindaco per incompatibilità con lo stato di consigliere regionale sono solo questione di ore), con un comunicato a firma del vice sindaco Gianni Addis - che guiderà l’esecutivo sino alla prima eventuale finestra utile per una consultazione elettorale amministrativa -, e di Francesco Quargnenti, assessore ai Lavori pubblici, ha reso noto un corposo elenco di interventi su palestre, impianti sportivi ed edifici pubblici di diverso genere, che dovranno essere realizzati, entro quest’anno, per un importo complessivo che supera abbondantemente il milione di euro. Nell’elenco, peraltro già anticipato alcune settimane fa proprio da Biancareddu, si trovano: palestre e impianti sportivi (alcuni dei quali abbandonanti da tempo da amministrazioni precedenti), altri oltraggiati dai vandali, qualche altro ancora, infine, semplicemente inutilizzabile, (seppur fasullamente inaugurato già due volte), per una serie di errori progettuali che, stando ad una recente analisti resa di pubblico dominio dal ricercatore Luigi Piga, sono costati finora alla comunità, oltre due milioni di euro. Il riferimento è al palazzetto polifunzionale, accanto al campo sportivo Nino Manconi, per il quale saranno spesi, in opere che ci si augura siano definitive, altri 40 mila euro. Senza peraltro che lo stesso possa aspirare a diventare polifunzionale, non avendone i requisiti. Questo, invece, l’elenco delle altre opere che, dovrebbero trovare compimento entro la fine dell’anno. «Realizzazione del manto sintetico, dell'impianto di illuminazione e delle recinzioni, nel vecchio e glorioso campo sportivo Bernardo Demuro, per complessivi 674 mila euro. Realizzazione integrale di Piazza XXV aprile con l’impiego di 252 mila euro. Rifacimento del sinistrato palazzetto Covre, attualmente inagibile, per 280 mila euro e ripristino dell’altrettanto disastrato campetto comunale Fois nel quartiere Spinsateddu per 40 mila euro. Già colpito alcuni mesi fa da una consistente perdita di gasolio di cui ancora oggi si tacciono le conseguenze sul terreno». Nell’elenco si trovao anche la tanto attesa copertura della caserma dei vigili del fuoco per 165 mila euro, il restyling della facciata del palazzo comunale con 100 mila euro e la realizzazione di un campetto di calcetto in sintetico a Bassacutena per 78 mila euro. Previsti anche 38 mila euro per i lavori di completamento dell'area esterna in Via Stazione Vecchia, 278 mila euro per la realizzazione di un percorso pedonale e di una pista ciclabile in Via Togliatti e 14 mila euro per l'efficientemento energetico della scuola materna di Spinsateddu. E ancora: la realizzazione, su un arditissimo progetto di Renzo Piano, del “Museo multimediale” all’interno dello Spazio Faber, finora desolatamente vuoto, spesso chiuso e mal gestito, non per colpa dei ragazzi che fra qualche mese finiranno
il loro incarico temporaneo, quanto piuttosto per carenze di idee. Un progetto quest’ultimo che aveva usufruito, nel 2014, oltre che dei finanziamenti dell‘Unione dei comuni Alta Gallura anche di quelli del Gal Gallura-Gallura, (Alà dei Sardi, Berchidda, Buddusò, Monti ed Oschiri).

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community