Martedì il debutto del nuovo mercato con le uova di Pasqua

Un pasticcere mostrerà le fasi di lavorazione del cioccolato I commercianti: «Speriamo che le novità ci portino clienti»

OLBIA. Non solo un’operazione estetica e di lifting linguistico. Almeno questo è l’obiettivo dell’amministrazione e la speranza dei commercianti. Da martedì mattina le bancarelle allestite nel piazzale della stazione diventano il “Mercato Porto Romano”. Nome nuovo di zecca con tanto di logo su sfondo verde, impresso anche sulle ecobuste per lo shopping e nelle brochure promozionali. Le vetrine itineranti restano lì dove il sindaco Settimo Nizzi ha stabilito che siano destinate a rimanere. Nel cuore del centro storico quasi tutto pedonale. Ma con qualche novità estetica e di contenuto che vale l’armistizio con i titolari delle bancarelle. «Siamo stati contattati dall’amministrazione comunale – dichiara Antonio Luciano, uno degli storici espositori del mercatino –. Ci hanno detto di portare pazienza e provare a vedere se con tutti questi accorgimenti riusciamo a invogliare i clienti a venire a fare acquisti. Insomma, non ci hanno dimenticato. Da parte nostra c’è un’apertura di credito nei confronti della sperimentazione. Speriamo che la pianta dia buoni frutti. Nel caso in cui malauguratamente non dovesse funzionare siamo rimasti d’accordo col Comune che alla fine dell’estate ci siederemo al tavolo per valutare un’altra posizione del mercato».

Artigiani del cioccolato. Il Comune, che insieme all’Aspo firma il mercato Porto Romano, prova a prendere i clienti per la gola. E nella prima giornata di sperimentazione porta nel piazzale della stazione gli artigiani del cioccolato. Un pasticcere mostrerà al pubblico come nasce un uovo di Pasqua e mostrerà tutte le fasi di lavorazione.

Il trenino. Due le fermate del trenino turistico dell’Aspo in prossimità dei due ingressi del mercato. L’obiettivo è portare al centro anche i vacanzieri.

Le bike cargo. Per facilitare gratuitamente il trasporto della spesa a casa o fino all’auto ci saranno due bike cargo. Gli addetti in bici alleggeriranno le braccia dei clienti utilizzando la maxi sporta a tre ruote che spingeranno con la forza delle loro gambe.

I parcheggi. Il provvedimento era stato licenziato dal Consiglio comunale già a novembre. Era stato stabilito che i parcheggi a pagamento vicini all’area della stazione fossero gratuiti. Nel frattempo, con ordinanza, traslocano in Corso Umberto i taxi che fino a oggi stavano in piazza Rita Denza. Via Pala, nell’orario del mercatino, dalle 7 alle
14, smette di essere a doppio senso di circolazione e diventa off limits alle auto, sia per il transito che per la fermata.

Piano di restyling. L’impegno del Comune è non interventi spot, ma un piano di riqualificazione urbana che dalla stazione arriva fino a via Nanni.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community