Olbia, beccato appena sceso dal treno con 150 grammi di hascisc: arrestato

Operazione della guardia di finanza alla stazione ferroviaria con il prezioso supporto delle unità cinofile

OLBIA. I militari della Squadra Cinofili del Gruppo di Olbia della guardia di finanza hanno tratto in arresto un disoccupato trentaduenne, cittadino marocchino da diversi anni residente in Sardegna, appena sceso dal treno proveniente da Cagliari, poiché trovato in possesso di droga.

Ben occultati sotto l'ampia tuta da ginnastica indossata, erano stati assicurati alla gamba con del nastro adesivo tre panetti da cinquanta grammi l'uno di hascisc, sostanza stupefacente prodotta dalla lavorazione della pianta di marijuana, ma il cui principio "drogante" è esponenzialmente più elevato.

L’attenzione dei finanzieri era stata richiamata dal tentativo dell’uomo di defilarsi dal controllo cambiando bruscamente direzione alla vista delle unità cinofile antidroga. L'atteggiamento nervoso dell'uomo, raggiunto e fermato dai militari "guidati" dai pastori tedeschi antidroga Zatto e Semia entrati "in allarme" già da diversi metri di distanza, hanno convinto militari ad approfondire il controllo.

La qualità della sostanza, eccezionalmente resinosa, ha permesso ai militari di ricondurla al cosiddetto "hascisc afghano", droga sempre più spesso sequestrata da cui è possibile ottenere un numero elevatissimo di dosi poiché potente più del doppio rispetto alla originaria pianta di cannabis da cui deriva.

Come emerso dalle successive indagini,

l’uomo avrebbe dovuto spacciare la sostanza presso il parco Fausto Noce di Olbia, centro nevralgico dei festeggiamenti di San Simplicio che raggiungeranno oggi 15 maggio il culmine. Tratto in arresto è stato condotto nel carcere di Bancali a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tempio.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community