motoraduno nazionale ccmotordays  

I carabinieri in moto invadono la Gallura e donano un defibrillatore

OLBIA. Quando la passione per le due ruote si sposa con la beneficenza. È il lodevole caso del CcMotorday, il motoclub degli appartenenti dell’Arma dei carabinieri che quest’anno ha scelto la...

OLBIA. Quando la passione per le due ruote si sposa con la beneficenza. È il lodevole caso del CcMotorday, il motoclub degli appartenenti dell’Arma dei carabinieri che quest’anno ha scelto la Sardegna per il 14esimo motoraduno nazionale. Un migliaio di carabinieri ) provenienti da tutta Italia hanno invaso con le loro moto le strade della Gallura, facendo tappa a Santa Teresa, Trinità D’Agultu, Aggius, Tempio, Calangianus, Telti, OIbia e Porto Cervo. L’associazione ricreativa e culturale Cc Motorday, di cui è presidente Stefano Martone, dedica il suo operato alla beneficenza: ogni evento organizzato è sempre finalizzato alla raccolta di fondi che vengono poi devoluti. Nell’appuntamento col motoraduno in Sardegna, l’associazione dei carabinieri-motociclisti ha deciso di donare un defibrillatore al comune di Tempio. Il corteo, partito da Santa Teresa, ha raggiunto la cittadina gallurese verso l’ora di pranzo: qui, ha consegnato il defibrillatore nelle mani dell’assessore Giuseppe Pirinu.

Il Moto Club CCMotorday, che ha sede a Perugia, è nato nel maggio 2006 diventando in poco tempo un’importante realtà anche per i suoi fini sociali. In
totale, nei primi dieci anni, sono stati raccolti e donati fondi per oltre 340mila euro. Ad oggi il moto club conta circa 1000 iscritti. L’associazione è composta da appartenenti all’Arma dei carabinieri, delle altre forze dell’ordine e forze armate, e da loro simpatizzanti. (t.s.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community