In viaggio con 5 chili di cocaina

In manette 60enne calabrese sbarcato all’Isola Bianca con la figlia. La droga nascosta nell’auto

OLBIA. Ha tentato di convincere i militari di essere sbarcato in Sardegna per cercare un lavoro stagionale per la figlia (minorenne) che viaggiava insieme a lui. Ma le contraddizioni in cui è caduto più volte e l’agitazione dei cani antidroga Zatto e Ober che segnalavano la presenza nell’auto di sostanza stupefacente, hanno indotto gli uomini della Guardia di finanza a perquisire la macchina. E dopo averla fatta smontare da un meccanico, è saltata fuori la cocaina. Parecchia e purissima. Cinque chili, divisi in cinque pacchi, nascosta all’interno di uno sportello posteriore. Il corriere della droga, un sessantenne calabrese, G.d.L, è stato arrestato per traffico di sostanze stupefacenti. La cocaina sequestrata, una volta tagliata e immessa sul mercato, avrebbe potuto fruttare oltre 1 milione di euro.

Droga a fiumi. Si tratta dell’ennesimo carico di cocaina bloccato dalla Guardia di finanza nei porti galluresi, nell’ultimo anno particolarmente battuti dai corrieri della droga che si prestano alle organizzazioni criminali per il solo trasporto del carico illegale, a volte anche rischiando la vita come nel caso degli “ovulatori” che ingeriscono decine di ovuli di eroina. «Sono persone solitamente incensurate e disperate che rischiano la libertà e anche la vita per pochi soldi», spiega il tenente colonnello Marco Salvagno, comandante del Gruppo di Olbia della Guardia di finanza. La ricompensa per gli “ovulatori”, solitamente cittadini africani, è di un centinaio di euro a trasferta, 1.500, 2mila per gli altri corrieri.

È il secondo arresto eseguito dai finanzieri questo mese. Ai primi di maggio, nel porto di Golfo Aranci era stato arrestato un 53enne che trasportava 7 chili di cocaina in un doppiofondo della sua auto.

L’arresto. Il nuovo pesante carico di cocaina destinato all’isola è stato bloccato nel fine settimana dai militari della squadra cinofili della Guardia di finanza del Gruppo di Olbia impegnati nei servizi disposti dal comando provinciale di Sassari. L’attenzione dei finanzieri è stata attirata da un’auto sbarcata dalla nave proveniente da Civitavecchia che cercava di defilarsi per evitare il controllo. Ma le segnalazioni insistenti dei cani antidroga Zatto e Ober insieme alle risposte contraddittorie dell’uomo, visibilmente nervoso, hanno spinto i finanzieri
a perquisire l’utilitaria. Che successivamente è stata trasferita in un’officina meccanica e smontata. In un doppiofondo sono stati trovati i 5 chili di cocaina di altissima qualità. L’uomo è stato arrestato e condotto nel carcere di Nuchis. La figlia affidata alla zia di Roma.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli