Il medico va alla Regione: chiude l’Igiene pubblica

Siniscola. Resta scoperto l’incarico del dottor Calvisi, nominato capo di gabinetto Impossibile effettuare le visite per il rinnovo della patente. Protesta Lapia (M5s)

SINISCOLA. “Se ha urgenza di rinnovare la patente può recarsi oggi stesso negli uffici Asl di Nuoro altrimenti torni tra qualche giorno”. Così si è sentito rispondere ieri mattina un anziano che dalle otto del mattino al poliambulatorio attendeva l’arrivo del medico per rinnovare il documento scaduto. Con lui c’erano altre persone che dovevano effettuare la visita medica per il rinnovo del documento di guida o del porto d’armi. Per sostituire il dottor Giuseppe Calvisi, nominato capo di gabinetto dell’assessore regionale al turismo, non è arrivato nessuno e il servizio è rimasto sguarnito. È andata meglio, se così si può dire, alle tante mamme convocate per accompagnare i loro i bimbi ad effettuare le vaccinazioni obbligatorie. Dopo una lunga attesa, alle 9,30 grazie a una dottoressa inviata da Nuoro sono stati fatti entrare i primi bimbi e il medico si è detto pronto a servire anche i pazienti in coda per il rinnovo patenti e porto d’armi, a patto che qualcuno provvedesse poi a scannerizzare e inviare la documentazione al ministero. Così su due piedi, non si è trovato però nessuno che potesse svolgere questa incombenza e le persone che attendevano in coda da ore sono dovute andar via.

Dopo il pensionamento di due medici e il trasferimento temporaneo a Cagliari di Calvisi, a Siniscola il servizio di igiene pubblica è rimasto scoperto e ieri, non era neppure giunto il dottor Frailis appena nominato responsabile. Una situazione da terzo mondo che va ad aggiungersi a tutte le disfunzioni segnalate negli ultimi mesi dal distretto dei sindaci e dalla parlamentare Nuorese Mara Lapia che fa parte della commissiona sanità. “Ho appena parlato con la responsabile dell’area socio sanitaria di Nuoro Grazia Cattina e le ho ribadito che l’ufficio patenti e vaccini deve riprendere immediatamente a lavorare, non è pensabile che si chiuda un servizio perché non si sa utilizzare una postazione informatica”, ha ribadito l’esponente dei 5S. “Siamo all’approssimazione più totale, mi è stato promesso che si provvederà, i cittadini di Siniscola e del circondario hanno una Asl di riferimento e non possono assolutamente spostarsi a Nuoro. Mi da fastidio che si dia per scontato – prosegue – che un utente abbia a disposizione un auto, i soldi e il tempo per recarsi a Nuoro. Qui si sta giocando sulla salute delle persone e la dirigenza non si occupa del bene del cittadino”. Rammaricata
dell’accaduto anche Angela Bulla della conferenza dei sindaci: “I problemi ci sono e gli abbiamo segnalati da tempo. Dopo vari tentativi siamo riusciti a fissare un appuntamento per il 18 giugno con l’assessore alla Sanita; aggiungeremo alle problematiche del distretto questa emergenza”.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community