Olbia, sospeso l’addio ai necrologi murali

La commissione urbanistica ferma la delibera voluta dal sindaco  

OLBIA. La morte dei necrologi murali era stata annunciata dal sindaco Settimo Nizzi alla fine dello scorso anno. E sarebbe dovuta partire il primo gennaio. Un provvedimento a metà tra decoro e rispetto dell’ambiente. Ma gli annunci mortuari avranno vita lunga. La delibera che avrebbe dovuto dare l’ok a questa mini-rivoluzione sarebbe dovuto passare oggi dal Consiglio comunale. Ma si è arenata in commissione Urbanistica. Il presidente Bastianino Monni, insieme agli altri due componenti di maggioranza, Valerio Spano e Roberto Derosas, hanno deciso di rinviare l’esame del provvedimento. Assente l’opposizione.

L’addio ai necrologi murali non ha mai fatto il pieno di consensi. Fa parte della cultura degli olbiesi. Ed è questo uno dei motivi che non convince il presidente Monni. «Insieme agli altri componenti della maggioranza abbiamo preferito sospendere l’esame della delibera perché serve un approfondimento – spiega –. In particolare un’alternativa. Capisco che la ratio della proposta sia legata a un problema di sicurezza della viabilità. Ma invece di eliminare le bacheche, si potrebbero studiare, insieme alla polizia locale, dei punti adeguati in cui collocare i pannelli. Ci sono generazioni di olbiesi che non sono ancora pronti a spostarsi solo sui social per questo tipo di informazioni. Non credo invece esista un problema di decoro». Bisognerà quindi tradurre in un Piano organico e integrare le idee annunciate dal sindaco Nizzi. Secondo il primo cittadino toccherebbe alle agenzie funebri creare muri virtuali su cui far scorrere i necrologi. Gli schermi dovrebbero essere installati anche nelle chiese. «Capisco che il mondo sia diventato tecnologico e in parte si sia spostato sul web – conclude il presidente
Monni –. Ma spesso nei quartieri quelle bacheche sono l’unico strumento per alcune persone di informarsi. Giusto ragionarci un pochino di più e venire incontro alle esigenze di tutti i cittadini. Anche di quelli non social che continuano a essere tanti a Olbia». (se.lu.)



TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli