Il vicequestore Spinicci: inizio le mie vacanze

E’ andato in pensione il dirigente del commissariato: «Droga tra i giovani, l’allarme è forte»

OLBIA. Ancora non riesce a crederci. Eppure la sua vacanza, quella vera, è cominciata. Fernando Spinicci, vice questore e dirigente del commissariato di Olbia negli ultimi 14 anni, è andato in pensione. Sorride, si lascia andare, ripercorre la sua carriera nella polizia di Stato e pensa agli uomini e alle donne con cui ha lavorato e alle tante operazioni che ha coordinato.

Sessant’anni, originario di Aggius, ha appeso la divisa al chiodo, lo scorso 1° giugno. Ha visto Olbia trasformarsi, ha vissuto il momento della sua maggiore ascesa ma pure il periodo più difficile, legato alla crisi economica che ha colpito in maniera dura anche questo territorio. E può raccontare anche come sia cambiata la criminalità. «Quando sono arrivato a Olbia c’erano ancora le rapine ai furgoni portavalori, gli omicidi. Poi i gravi fatti di sangue, per fortuna, sono calati, così come le rapine. Oggi chi compie attività illecite, rischia meno. Mentre sono cresciuti i reati legati allo spaccio, al traffico e alla produzione di sostanze stupefacenti. Un allarme forte, questo, che coinvolge molti giovani e giovanissimi. Bisogna dunque insistere sulla prevenzione e continuare con gli incontri nelle scuole, a partire dalle elementari». Spinicci pensa ai colleghi con cui ha lavorato in questi 14 anni. «Il personale, nonostante le difficoltà legate alla carenza di organico, non si è mai risparmiato. E dico dunque grazie a tutti per l’impegno, la professionalità e la disponibilità. Con l’auspicio che il ministero investa di più sulle risorse umane». Ma Spinicci saluta la città anche rivolgendosi a tutta la popolazione. «I cittadini si sono dimostrati sempre collaborativi tutte le volte che è stato necessario e questa è la conferma di una grande fiducia nei confronti della Polizia di Stato».

Non fa un elenco degli arresti o delle tante operazioni concluse negli anni. Però sottolinea quanto sia stato importante per lui, in
molti casi, salvare le donne da continue violenze. «E qui la collaborazione con il centro antiviolenza Prospettiva Donna è stata sempre fondamentale».

Adesso Spinicci festeggerà presto con tutto il personale «e con tutti coloro che sono sempre stati al mio fianco». (s.p.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community