“Primavera in Gallura” gli eventi del gran finale

Si chiude in città venerdì e sabato l’iniziativa itinerante di “Stazzi e Cussogghj” Carrulanti sulla scalinata di San Pietro, musica e spazio alle antiche tradizioni

TEMPIO. Tempio ospiterà venerdì 28 e sabato 29, con un interessante programma curato dalla Proloco cittadina, l’ultima tappa di “Primavera in Gallura”. L’interessante iniziativa itinerante inventata otto anni fa dall’Associazione culturale di Aggius, “Stazzi e Cussogghj” dell’imprenditore turistico Gianfranco Serra e accettata di buon grado e con grande entusiasmo dai comuni e da diverse associazioni galluresi. Celebrata il 7 maggio scorso a Tempio la settima edizione del 2018 con un interessante convegno, la città si ripete e venerdì prossimo, ospiterà anche la chiusura dell’ottava edizione con un nuovo convegno, alle 19, al Teatro del Carmine, alla presenza di diversi studiosi.

Il sabato invece, la giornata sarà scandita sin dal mattino da una serie di eventi sicuramente da seguire. Alle 10,30 sulla scalinata di San Pietro ci sarà, in forma teatrale, l’incontro dei contadini e dei “carrulanti” conduttori del carro a buoi, (simbolo dell’associazione aggese Stazzi e Cussogghj), per la spartizione del raccolto. Seguiranno in Piazza Mazzini una serie di dimostrazioni sulla lavorazione e la cottura del pane nel forno a legna, la lavorazione del formaggio e la tosatura delle pecore. Sempre nella stessa piazza, alle 13 e alle 22, potranno essere consumati il pranzo e la cena. Il primo, a base di gnocchi e pecora in cappotto, la seconda a base di trippa e patate.

Diversi nel corso della giornata anche gli intrattenimenti musicali. Alle 18, in piazza Mazzini, concerto del trio “Tutti esauriti”, alle 21 in Piazza del Carmine, esibizione della banda musicale Città di Tempio e alle 22 concerto del quintetto C.f.e. Concerti itineranti, infine, del Coro Su Nugoresu, del Coro femminile Eufonia e del Coro Gabriel. Funzionanti per l’occasione anche lo spazio museale Bernardo Demuro, quello della Brigata Sassari, stand enogastronomici e per l’artigianato.

Primavera in Gallura era partita il 12 maggio da Budoni dove era stato proposto come tema di confronto e di studio: “La civiltà degli stazzi vissuta tra la Gallura e la Baronia”. Il 25 e il 26 maggio, invece a Santa Teresa di Gallura, si era celebrato con molto sfarzo, il Matrimonio ( un matrimonio vero) e il momento del brindisi agli sposi. L’otto giugno ad Aglientu era stata rievocata l’Agliola (la Trebbiatura) e il 16 giugno Aggius
aveva riproposto le cerimonie per la Pricunta,(il fidanzamento ufficiale). Il 22 giugno a Viddalba era stata presentata, in forma teatrale la storia del Muto di Gallura, alias Bastianu Tansu bandito per amore. A Tempio,ora, l’ultima tappa che la Proloco sta allestendo sontuosamente.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community