Il Comune autorizza il pontile a Su Tappaiu

Dopo aver espresso parere negativo, l’ente costretto dal Tar al via libera alla struttura di 24 metri

OLBIA. Il Comune si adegua alla sentenza del Tar e dà il via libera al nuovo pontile a Su Tappaiu. Dopo una battaglia giudiziaria durata quasi due anni, l’amministrazione Nizzi dice sì alla struttura galleggiante di 24 metri inserita nel progetto di riqualificazione presentato dall’associazione di diportisti olbiesi “Ponte de ferru”. Un mini intervento di restyling senza scopo di lucro, pensato per cancellare il degrado dell’area dell’ex circolo canottieri e consentire l’ormeggio di piccole imbarcazioni dei soci. La conferenza di servizi, dando seguito alle indicazioni dei giudici, ha dovuto accogliere la richiesta dell’associazione. Prevede l’occupazione e l’uso di 1654 metri quadrati di aree demaniali marittime e una porzione di banchina esistente. Il Comune aveva negato l’autorizzazione in conferenza di servizi nonostante il parere favorevole dell’Autorità portuale. L’ufficio Edilizia privata aveva giudicato infatti il pontile opera non conforme alla normativa urbanistica. Lungo l’elenco di rilievi sollevati a sostegno del no. La mancata disponibilità dell’area da parte dell’associazione Ponte de ferru. Il mancato bando per l’assegnazione della concessione demaniale secondo la direttiva europea Bolkestein; la classificazione della zona all’interno del Piano di fabbricazione come zona a verde naturale e attrezzata e quindi non utilizzabile per il diporto. Il parere del Comune era risultato vincolante. L’associazione aveva presentato allora ricorso al Tar attraverso i suoi legali Benedetto Ballero e Carlo Careddu. Le loro ragioni avevano convinto il giudice, che aveva dato torto al Comune sostenendo illegittimo il diniego all’autorizzazione. «Perché la Capitaneria aveva svolto regolare procedura di evidenza pubblica per l’assegnazione dell’area. Tutte le opere erano di facile rimozione, quindi non qualificabili come opere edilizie e senza impatto
ambientale. E nello stesso spazio di mare erano state già concesse autorizzazioni simili». Indicazioni molto precise che hanno costretto il Comune a rivedere la sua decisione. Autorizzando il nuovo pontile galleggiante a Su Tappaiu, nel quartiere della Sacra Famiglia. (se.lu.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro