La Gallura è il motore del mercato immobiliare

Il 65 per cento delle compravendite si registra nella Sardegna settentrionale. Nella sola costa nord est si arriva al 40 per cento con valori in crescita

OLBIA. Il mercato residenziale in Sardegna fa rima con Gallura. La costa del nord est resta il traino di una ripresa consistente, legata inevitabilmente al turismo, ma anche a un tessuto economico vivace. I 17 Comuni costieri del nord Sardegna, infatti, raccolgono il 65 per cento delle compravendite immobiliari totali dell’area, suddivise tra quasi il 25 della costa occidentale e quasi il 40 di quella orientale.

Boom in Gallura. Dati indicativi che emergono dallo studio elaborato da Scenari immobiliari per il quotidiano Il Sole 24Ore. Scenari Immobiliari è un istituto indipendente di studi e ricerche che analizza i mercati immobiliari e in generale l'economia del territorio in Italia ed in Europa.

Fra i vari Comuni costieri alla fine del 2018 e nei primi mesi del 2019, in prossimità dunque di questa stagione estiva, si sono registrati una serie di incrementi sulle compravendite di case, che hanno consolidato il momento positivo del mercato di questa zona dell’isola. Il boom si registra in Gallura, che vede crescite consistenti soprattutto a Olbia (12 per cento), La Maddalena (28), Santa Teresa (12,1), Golfo Aranci (13,9) e Aglientu (18). Nella parte occidentale numeri positivi solo per Alghero (9 per cento) e Porto Torres (7,9).

Mercato ricco. «Il mercato immobiliare della Gallura ha risentito della crisi in maniera minore rispetto alle altre aree ad alta vocazione turistica dell’isola – spiegano da Scenari Immobiliari –. Nel 2018 le transazioni nell’area compresa fra Olbia e Aglientu sono aumentate di oltre il 16 per cento e le richieste registrate dagli operatori locali nella primavera 2019 sono aumentate del 9 per cento rispetto all'anno scorso».

I 17 Comuni costieri del nord della Sardegna raccolgono quindi il 64,6 per cento delle compravendite totali dell’area, con la costa orientale a farla da padrona con il suo 39,7 e nella quale è Olbia a rappresentarne poco meno della metà, così come Alghero nella propria macro area di appartenenza.

Gli stranieri. Il mercato è legato al turismo, ovviamente. Per questo gli acquirenti sono per il 60 per cento stranieri. Aumentano soprattutto quelli provenienti dall’Asia. Una sorpresa fino a un certo punto, visto che i potenziali compratori cercano soprattutto gli immobili di fascia medio-alta o alta come seconda casa o per puro investimento. Proprietà indipendenti, spaziose e con più di quattro camere da letto, in particolare ville e stazzi, anche situati lontano dalla costa, ma che vantino una posizione collinare e vista mare.

Costa Smeralda. Secondo lo studio condotto per il Sole 24Ore e l’analisi di Scenari immobiliari sull’offerta degli immobili di lusso in Costa Smeralda, quelli dai due milioni di euro in su, emerge come Arzachena sia ancora una volta la località che vanta il maggior numero di immobili di lusso sul mercato: infatti, delle 39 ville in Costa Smeralda, il cui prezzo supera i 2 milioni di euro, 15 si trovano nel Comune di Arzachena.

Inoltre,
il Comune smeraldino presenta la maggiore concentrazione di proprietà il cui prezzo di vendita è superiore ai 480 mila euro, praticamente oltre la metà degli immobili offerti in tutta l’area. Le ville che affacciano sul mare hanno un costo medio di tre milioni di euro.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community