Nizzi: "Sequestro dei mezzi illegali con i rifiuti, bonifica e incontro in Regione"

Il sindaco e l'emergenza ambientale: "I costi dello smaltimento rischiano di ricadere sui cittadini". Al via lo sgombero del campo rom: le 5 famiglie temporaneamente trasferite in appartamenti comunali

OLBIA.

leggi anche:

A
due passi dal campo rom, nel cuore della bomba ecologica di Sa Piana Manna. Il sindaco Settimo Nizzi spiega come intende combattere la battaglia dei rifiuti che invadono la città e di cui la maxi discarica è solo il più eclatante esempio. La polizia locale passerà al setaccio i camioncini di privati che trasportano rifiuti. Se non saranno in regola gli agenti procederanno al sequestro del mezzo. “Sappiamo bene che molto spesso i capi condomini chiamano i rom per portare via i rifiuti e questo metodo viene adottato anche da alcuni cantieri edili – dice il primo cittadino -. Il risultato è l'abbandono dei materiali, non il lo smaltimento. Faremo la nostra parte intensificando i controlli, ma serve la collaborazione di tutti per vincere questa battaglia. Ecco perché invito le associazioni di categoria e i sindacati a sensibilizzare i loro associati in tal senso”.

Nizzi ribadisce poi l’esigenza di sgombero immediato del campo rom di Sa Corroncedda. All’interno ci vivono ancora cinque famiglie con bambini minorenni. Senza luce e senza acqua. “Conosciamo bene le difficoltà che queste persone incontrano nel trovare casa in affitto – afferma -. Ma qui non ci sono le condizioni igienico sanitarie per vivere. Li sistemeremo in maniera temporanea in alcuni appartamenti o in albergo. In attesa di una sistemazione definitiva”. Nizzi chiede poi aiuto alla Regione. Mercoledì sarà a Cagliari dall’assessore all’Ambiente. “Potremmo risolvere da soli il problema ma la bonifica di questo sito richiede milioni di euro – conclude -. Si tratta di una emergenza ambientale di dimensioni enormi. Potremmo trovare risorse ad esempio smettendo di organizzare eventi o aumentando la Tari. Chiederò all’assessore di essere al nostro fianco. La pulizia di questo disastro non può ricadere sui cittadini che rispettano la legge”.

E sugli attacchi dell’opposizione che lo aveva invitato a dimettersi “per evidente incapacità di gestire l’emergenza ambientale”, Nizzi risponde aprendo ufficialmente la campagna elettorale per le Comunali del 2021. “Il sindaco non solo non si dimette, ma raddoppia”. (se.lu.)

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community