Con il Plus risposte all’emergenza casa

Il progetto parte dal capoluogo e riguarda 24 comuni. 50mila euro per affrontare le situazioni di crisi

ORISTANO. Parte il progetto del Plus di Oristano per far fronte alle emergenze abitative delle famiglie di 24 comuni della provincia. Il nome scelto per battezzare l’iniziativa è quanto mai esplicativo: “Una Casa per Amica”. A disposizione ci sono in tutto 50mila euro, che, fino al 2014, potrebbero servire a dare un tetto, ma solo in situazioni di emergenza e per brevi periodi, alle tante famiglie della zona che una casa non ce l’hanno. Saranno i Comuni ad intervenire, come spiega in una nota, l’assessore alle Politiche sociali, Maria Obinu. «Attraverso questa azione i Comuni aderenti al Plus di Oristano possono intervenire a sostegno di quelle famiglie che si trovano improvvisamente senza casa facendo fronte alle situazioni più urgenti. Con le risorse a disposizione prevediamo una sistemazione provvisoria, per una settimana o, nei casi più gravi, per dieci giorni, presso bed and breakfast, agriturismo, pensioni o altre strutture di accoglienza». Il Plus si farà carico delle spese per vitto e alloggio. Nel frattempo le famiglie potranno cercare un altro alloggio per il quale il Plus attiverà un sostegno economico annuale di massimo 1.500 euro per i costi di locazione». È un problema serio che nel territorio anche in un recente passato ha visto situazioni diffuse di emergenza. «Nel biennio 2011-2013 nei comuni del Plus si sono registrati una cinquantina di casi, ma si tratta di un fenomeno in aumento – prosegue infatti l’assessore Obinu –. La maggior parte, 35, hanno interessato la sola città di Oristano. Il Plus ha quindi previsto un'iniziativa specifica per far fronte a una problematica che interessa sempre più famiglie». Gli interventi dovranno essere attivati dal servizio sociale del comune di residenza dei richiedenti. Ulteriori informazioni potranno essere richieste al responsabile dell'ufficio Plus presso il Comune di Oristano: tel. 0783 791230 o all'assistente sociale Sabina Pau: 0783 791220.

Sempre in questi giorni parte la quarta annualità del progetto per il potenziamento dei Punti unici di accesso territoriali del Plus di Oristano. Saranno garantiti da quattro assistenti sociali che opereranno a San Vero Milis (per i comuni di San Vero Milis, Narbolia, Zeddiani, Milis, Bauladu e Tramatza), a Oristano per il comune capoluogo, a Cabras (per Cabras, Riola Sardo, Nurachi e Baratili S. Pietro), a Santa Giusta (per Santa Giusta e Palmas Arborea), a Samugheo (per Samugheo e Allai), a Simaxis (per i comuni di Simaxis, Ollastra, Siamanna, Siapiccia, Solarussa, Villaurbana, Siamaggiore,

Villanova Truschedu e Zerfaliu). «Grazie a questo progetto – precisa l'assessore Obinu – il Plus garantirà gli interventi per le persone non autosufficienti. Gli interventi saranno individuati dall'equìpe multidisciplinare delle unità di valutazione territoriale della Asl 5».(m.c.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro