accordo comune-universitÀ

Nasce il catasto delle strade per migliorarne la sicurezza

ORISTANO. Un catasto delle strade urbane, che si estendono per oltre novanta chilometri, migliorerà la sicurezza. L’importante banca dati verrà realizzata grazie al protocollo firmato tra il Comune e...

ORISTANO. Un catasto delle strade urbane, che si estendono per oltre novanta chilometri, migliorerà la sicurezza. L’importante banca dati verrà realizzata grazie al protocollo firmato tra il Comune e il Cirem, il Centro interuniversitario di ricerche economiche e mobilità delle Università di Cagliari e Sassari.

Le firme sull’accordo, che rientra nel Piano nazionale di sicurezza stradale con uno stanziamento di 244mila euro, sono quelle del sindaco Guido Tendas e del professor Paolo Fadda, presidente del Cirem. Verrà effettuato il monitoraggio delle strade comunali e della segnaletica per verificarne la manutenzione e individuare i punti critici anche in relazione agli incidenti. L’assessore alla Viabilità, Filippo Uras, ha chiarito che il catasto stradale «aiuterà a realizzare la Ztl nel centro storico, un sistema di monitoraggio del traffico e della sicurezza stradale, la realizzazione della pista ciclabile per Torregrande, il censimento dei sottoservizi e dei sovraservizi e il potenziamento del servizio informativo sugli incidenti stradali, oltre a promuovere nelle scuole l’educazione stradale».

Per il sindaco l’accordo con l’università rappresenta una delle azioni più significative dell’amministrazione. I dati saranno incrociati con quelli del monitoraggio sulle manutenzioni e sui volumi di traffico per intervenire sulla sicurezza stradale. Il catasto stradale sarà realizzato in un anno di ricerche e successivamente verrà tenuto aggiornato con l’apporto degli uffici comunali.

Il Centro interuniversitario ha tra gli obiettivi istituzionali l’attivazione di ricerche e attività finalizzate alla formulazione di programmi e progetti applicati al settore della viabilità, dei trasporti e all’economia su differenti scale territoriali. «Abbiamo avviato una serie di iniziative con diverse amministrazioni comunali – ha spiegato il professor Paolo Fadda –. Consolideremo questa esperienza sul territorio anche attraverso relazioni con enti e operatori locali nell’ambito della pianificazione delle reti stradali e dei trasporti. Oltre che con Oristano avvieremo i progetti con Elmas, Assemini, Siniscola e Villacidro».

Per Gianfranco Fancello, dell’universita di Cagliari, l’accordo con il Comune permetterà di avviare consulenze istituzionali, convenzioni, tesi di laurea, ricerche e rilievi, promozione di accordi, studi, convegni,

conferenze e mostre. Permetterà, infine, di partecipare a bandi europei, nazionali e regionali per progetti di sicurezza stradale, mobilità ecosostenibile, pianificazione e progettazione di sistemi di trasporto innovativi, anche attraverso misure di riorganizzazione del traffico. (e.s.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli