Aidomaggiore, nuova proroga per i lavori sulla 131 dcn

AIDOMAGGIORE. Sono destinati a protrarsi almeno fino al 30 luglio gli interventi di sistemazione in corso da quasi due mesi e mezzo lungo i quattro chilometri della statale 131 dcn compresi tra il...

AIDOMAGGIORE. Sono destinati a protrarsi almeno fino al 30 luglio gli interventi di sistemazione in corso da quasi due mesi e mezzo lungo i quattro chilometri della statale 131 dcn compresi tra il bivio per Aidomaggiore e lo svincolo per Sedilo. L’impresa incaricata dei lavori ha chiesto all’Anas una proroga dei termini per riuscire a ultimare i lavori di risanamento del piano viabile della direttrice Abbasanta-Nuoro.

Secondo il ruolino di marcia indicato nell’ordinanza emessa a maggio l’opera sarebbe dovuta essere consegnata entro il 10 luglio, invece la dilazione di venti giorni concessa dal Compartimento della viabilità dell’Anas lascia chiaramente intendere che i disagi per gli automobilisti sono destinati a perdurare, come pure le situazioni di pericolo che comporta il doppio senso di marcia dei veicoli su un’unica carreggiata.

«Non è possibile andare avanti per proroghe, impresa e Anas avrebbero dovuto pianificare meglio i tempi d’intervento» lamenta l’assessore all’Urbanistica di Aidomaggiore, Renato Atzori. Nel 2013 i lavori avevano interessato la carreggiata Nuoro-Abbasanta e in quel frangente il Comune aveva più volte sollevato, attraverso le segnalazioni e i solleciti del sindaco, il problema della sicurezza stradale e dei disagi all’ interno del centro urbano utilizzato come valvola di sfogo del traffico pesante «All’epoca il transito dei tir aveva provocato seri danni alla nostra rete stradale – prosegue l’amministratore – Con la carreggiata destra chiusa passano meno mezzi pesanti ma in caso d’incidente il problema si ripresenta, perché il traffico viene convogliato sulla provinciale 25».

Il nodo principale rimane comunque quello della sicurezza sulla tratta della 131 dcn parallela alla carreggiata interessata dai lavori, questione tornata prepotentemente alla ribalta con il grave incidente accaduto mercoledì a poche centinaia di metri dalla bretella che collega la superstrada a Sedilo, nel quale sono rimasti coinvolti sei persone e tre veicoli. Appena dieci giorni prima si era verificato un sinistro all’altezza del bivio per Aidomaggiore. In entrambi i casi l’imprudenza di chi stava al volante sembra essere stata la causa degli scontri, che secondo i primi accertamenti sarebbero dovuti a tentativi di sorpasso effettuati in tratti in cui questa manovra è vietata dall’ordinanza dell’Anas.

La tendenza ad infrangere i limiti di velocità, che per lunghi tratti non può superare i 30 e i 40 chilometri orari, è poi un altro elemento che mette a repentaglio l’incolumità degli automobilisti incolpevoli, oltre che quella dei conducenti inclini all’azzardo.

Maria Antonietta Cossu

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community