Consorzio Industriale, Atzori silurato

ORISTANO. Arriverderci e grazie. Alla fine il presidente della giunta provinciale, Massimiliano De Seneen, ha firmato il decreto con il quale ritira la delega a Claudio Atzori, presidente del...

ORISTANO. Arriverderci e grazie. Alla fine il presidente della giunta provinciale, Massimiliano De Seneen, ha firmato il decreto con il quale ritira la delega a Claudio Atzori, presidente del Consorzio Industriale.

Nell'assemblea dei soci, Claudio Atzori faceva le veci dello stesso presidente della Provincia, in virtù della delega assegnata da quest’ultimo con il precedente decreto del marzo 2011. Le motivazioni contenute nell’atto presidenziale firmato ieri mattina fanno riferimento a una perdurante carenza di informazione sull’attività svolta che ha fatto venir meno il rapporto fiduciario di rappresentanza e quindi la delega.

A rendere inevitabile la revoca, c’è la contestazione che nell’adempimento delle sue funzioni Claudio Atzori non ha prodotto gli elementi e i documenti richiesti ufficialmente dal presidente della Provincia il 13 giugno. Massimiliano De Seneen li aveva sollecitati per poter effettuare una valutazione del suo operato alla guida del Consorzio Industriale.

Con lo stesso decreto di ieri, il presidente della Provincia assume personalmente le funzioni di componente di diritto dell’assemblea generale del Consorzio Industriale. Contemporaneamente potrebbe aprire la strada a numerose polemiche, visto che l’argomento è alquanto scottante e si va a collocare in un terreno minato. Pur non essendoci ovviamente le conferme ufficiali, per la questione della guida del Consorzio Industriale è

in corso una sorta di competizione interna al centrodestra, con spinte di correnti vicine a certe fazioni politiche (Oscar Cherchi?) che spingevano per un cambio del presidente. Ora resta da vedere se Massimiliano De Seneen ne nominerà un nuovo oppure ha intenzione di restare in sella a lungo.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller