bosa

Nuovi parroci e riduzione a tre dei distretti

BOSA. Nomina di nuovi parroci e vice parroci e storica abolizione delle attuali otto foranie, che si ridurranno a tre: Alghero, Bosa e Macomer. Queste le novità in arrivo dalla Diocesi di Alghero-Bo...

BOSA. Nomina di nuovi parroci e vice parroci e storica abolizione delle attuali otto foranie, che si ridurranno a tre: Alghero, Bosa e Macomer.

Queste le novità in arrivo dalla Diocesi di Alghero-Bosa su disposizione del vescovo Mauro Maria Morfino. Che ha reso pubbliche le nuove nomine sugli avvicendamenti in alcuni centri della circoscrizione pastorale.

Per quanto riguarda i sacerdoti conosciuti in Planargia e nel Montiferru lo scanese don Giuseppe Curcu, attuale Vicario Generale e direttore della Caritas diocesana, diventerà parroco del Sacro Cuore e San Marco di Fertilia. Mentre don Fausto Garau, originario di Tinnura e cappellano dell’Ospedale Marino di Alghero, ricoprirà anche il ruolo di amministratore parrocchiale a Loretella.

Le date degli ingressi dei nuovi parroci saranno presumibilmente i pomeriggi di Sabato 30 e Domenica 31 Agosto. Ma la vera rivoluzione del Vescovo Morfino arriva sulla riorganizzazione pastorale della diocesi, nata nei primi anni ottanta dopo la decisione di unificare Alghero e Bosa. Infatti «In seguito alle mutate condizioni ed esigenze del territorio, nonché alla sensibile diminuzione del clero, dopo articolata e approfondita discussione in seno al Consiglio Presbiterale e avendo accolto il parere favorevole del Collegio dei Consultori», Maria Morfino ha stabilito che, a partire dal 20 settembre 2014, giornata conclusiva del Convegno ecclesiale, saranno abolite le attuali otto Foranie (Alghero, Agro di Alghero, Bosa, Canales, Interrios, Marghine, Montiferru e Planargia – Meilogu, che “Eventualmente manterranno la generica denominazione di zona geografica”) a favore della nascita di tre sole foranie: Alghero, Bosa e Macomer.

Per quanto riguarda l’ambito di competenza della nuova forania di Bosa - rende noto il direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali della diocesi Giuseppe Manunta - comprenderà le tre parrocchie cittadine Maria Immacolata, Sacro Cuore e Stella Maris, e nel territorio centro occidentale dell’isola le parrocchie di Cuglieri, Flussio, Magomadas, Modolo, Montresta, Sagama, Santa Caterina in Pittinuri, Santu Lussurgiu, Scano Montiferro, Sennariolo, Sindia, Suni, Tinnura e Tresnuraghes.

Il coordinamento sarà affidato per Alghero al parroco della comunità di San Giovanni Bosco don Raffaele Madau, originario di Tresnuraghes; per Bosa al parroco di Santu Lussurgiu don Mario Natalino Piras e per Macomer al parroco di Sedilo don Battista Mongili.

Alessandro Farina

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller