Un infarto ha ucciso Flavio Porta

L’uomo è morto due giorni fa a Morgongiori, probabilmente dopo un furto

MORGONGIORI. Sarebbe stato un infarto ad uccidere sabato notte Flavio Porta, 60 anni, di Morgongiori. Lo ha accertato il medico legale, nel corso dell'autopsia, disposta dalla procura della Repubblica di Oristano, nell'ospedale San Martino. Il perito settore ha confermato che Flavio Porta potrebbe essere stato ucciso da un malore mentre scavalcava il muretto di un'azienda agricola nelle campagne di Morgongiori. Sul corpo dell'uomo non sono state infatti ritrovate contusioni o lesioni che possano confermare una caduta accidentale. Il medico legale si è ora preso 90 giorni di tempo prima di consegnare gli atti del referto alla magistratura. Solo allora, con l'esame istologico si potrà conoscere il malore che ha colpito l'uomo durante il tentativo di furto ai danni dell'azienda. Come avevano, infatti, accertato i carabinieri della stazione di Morgongiori, Flavio Porta si era introdotto nell'azienda agricola per rubare. Si sarebbe impossessato di due galline e tre conigli. Una volta sistemati all'interno di un sacco di juta, sarebbe scappato. Ma, l'uomo non aveva fatto i conti con il crudele destino: mentre stava per scavalcare il muretto a secco il malore lo ha anticipato ed ucciso. Era stato il proprietario a scoprire la tragedia quando era andato in azienda. Aveva avvisato i carabinieri e il 118 ma l'uomo era morto da

diverse ore. Accanto al corpo di Flavio Porta i carabinieri avevano ritrovato il modesto bottino: le galline ed i conigli. L'uomo, con diversi precedenti, era finito in carcere due anni fa dopo una rapina commessa ad Arzachena. Vivea da solo e campava con lavoretti in campagna.

Elia Sanna

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller