A Zerfaliu la Tasi non si paga

L’amministrazione comunale decide di azzerare l’imposta sui servizi indivisibili

ZERFALIU. Il Comune di Zerfaliu, come hanno fatto anche altre amministrazioni comunali dell'isola, ha deciso di azzerare la Tasi, il nuovo balzello sui servizi indivisibili. La scelta, approvata dalla sola maggioranza guidata dal sindaco Pinucio Chelo, è arrivata nel corso dell'ultima seduta del Consiglio comunale. Così, dopo l'abolizione dell'Ici la riduzione dell'Imu il piccolo centro dell'Oristanese ora ha cancellato la nuova tassa che sta dividendo l'Italia. «Abbiamo deciso di proseguire su una politica improntata sulla riduzione delle tasse e delle imposte comunali – ha osservato il sindaco Pinuccio Chelo – per questo motivo ho portato all'attenzione del Consiglio l'azzeramento della Tasi, che è stata approvata all’unanimità dai consiglieri presenti. Credo sia il modo più giusto per andare incontro alle esigenze della popolazione, praticando una politica di forte contrasto alla tassazione. Il tutto avvalorato anche dalla scelta di non modificare l’aliquota Imu per il 2014. Questa attività di “contrasto” alle imposte locali – ha ricordato Pinucci Chelo – ha già portato Zerfaliu all’attenzione dei mass media nazionali che ne hanno sottolineato la sua posizione al vertice nazionale tra i comuni dove si pagano meno imposte comunali. L’adozione del provvedimento consentirà un ulteriore notevole risparmio alle famiglie, già profondamente colpite dalla crisi economica, finanziaria e occupazione in atto. Questa scelta determinerà, ovviamente, un taglio di risorse nella formazione del bilancio annuale

– ha spiegato il sindaco Chelo – ma sono già stati individuati appositi capitoli di spesa, per forniture e servizi, destinati a subire contrazioni, sino a determinarne in qualche caso l’azzeramento, pur senza causare significativi disagi alla popolazione amministrata».

Elia Sanna

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro