Incendio doloso a Zerfaliu in azione anche un Canadair

Le fiamme hanno devastato oltre 25 ettari di territorio. Impegnati tre elicotteri della Regione Dopo sei ore le squadre a terra hanno avuto la meglio sul fuoco. Altri roghi a Solarussa e Zeddiani

ZERFALIU. Altra giornata campale quella di ieri per l'apparato regionale dell'antincendio.

Un vasto incendio partito dalla periferia di Zerfaliu ha devastato oltre 25 ettari di territorio, interessando un rimboschimento dell'Ente foreste, una zona impervia di macchia mediterranea, pascoli e alcuni terreni coltivati.

Per evitare che le fiamme raggiungessero alcune aziende agricole e zootecniche si è reso necessario l'intervento di uno dei Canadair della Protezione civile. L’incendio è stato spento dopo oltre sei ore di duro lavoro. Le fiamme, quasi sicuramente dolose, sono partite da una stradina di penetrazione agraria che costeggia il vasto rimboschimento che si estende da Zerfaliu sino a Paulilatino.

L'allarme è stato, infatti lanciato verso le 11, da una delle vedette della Forestale. Il centro operativo di Fenosu era già allerta proprio per la criticità della giornata in virtù delle condizioni climatiche. Evidentemente la persona che ha acceso il fiammifero ha sfruttato i 36 gradi di temperatura massima raggiunta verso le 12. Il focolaio, sospinto anche dal vento, dalle stoppie e dalle erbacce, ha raggiunto in poco tempo il rimboschimento di eucalipti. Le fiamme hanno raso al suolo una ampia fascia boscata scavalcandola e propagandosi verso pascoli cespugliati. Quando sul posto sono arrivate le squadre a terra, forestale ed operatori dell'Ente foreste, l'incendio aveva raso al suolo diversi ettari e viaggiava veloce verso Bauladu. Le fiamme hanno quindi lambito la ferrovia, per fortuna senza arrivare ai binari, e si è diretto verso una zona impervia collinare. Per i mezzi a terra è stato impossibile arrivare sul fronte, tanto che dal Cop di Fenosu è stato richiesto l'immediato intervento dei uno dei Canadair di stanza ad Olbia. Insieme a tre elicotteri della Regione il Canadair è stato determinante per fermare il focolaio che stava nuovamente per minacciare il rimboschimento di eucalipti.

L'aereo ha fatto la spola per quasi un'ora, tra Torregrande e l'epicentro delle fiamme, per effettuare il necessario rifornimento d'acqua. Dopo le 17 le squadre a terra insieme ad un elicottero hanno iniziato le operazioni di bonifica. Secondo la Forestale il bilancio dei danni è ancora provvisorio ma il territorio interessato è di oltre 25 ettari. Non si sa ancora se l'incendio abbia causato danni alle aziende zootecniche. Altri incendi sono stati spenti nella zona di Solarussa e di Zeddiani. Quì nella periferia del centro abitato, a ridosso del campo

sportivo, forestale e vigili del fuoco hanno lavorato per oltre due ore per spegnere un rogo innescato dall'incendio di carcasse di pneumatici. La squadra di pg dell'ispettorato forestale è già al lavoro per individuare le cause che hanno provocato l'incendio di Zerfaliu.

Elia Sanna

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller