DISMISSIONI

La Camera di commercio mette all’asta le quote del Sil

ORISTANO. La Camera di Commercio di Oristano ha messo all'asta le proprie quote sociali detenute nel pacchetto azionario del Sil, la Società consortile del Patto territoriale. L'avviso d'asta...

ORISTANO. La Camera di Commercio di Oristano ha messo all'asta le proprie quote sociali detenute nel pacchetto azionario del Sil, la Società consortile del Patto territoriale. L'avviso d'asta pubblica è stato pubblicato lo scorso 5 dicembre nell'albo pretorio dell'Ente camerale. La Camera di Commercio attualmente, seconda azionista dopo l'Amministrazione provinciale, detiene il 16,10 % delle quote della Società per un valore stimato di oltre 30mila euro. Una decisione, quella della vendita delle quote, che la Giunta camerale aveva già preso alla fine dello scorso anno quando di fatto era stata certificata la conclusione dell'attività per cui era stata costituita. La Giunta camerale, presieduta da Pietrino Scanu, aveva all'unanimità deciso di procedere alla dismissione delle quote o all’eventuale messa in liquidazione e scioglimento della società. Ora è stata avviata ufficialmente l'iter amministrativo della cessione di quelle quote attraverso un avviso d'asta pubblico.

Nella delibera della Giunta camerale, si legge testualmente, la Camera di commercio di Oristano rende noto che intende esperire l’asta pubblica per la vendita in blocco della propria quota di capitale. Il Prezzo della vendita della quota detenuta 30.511,59 euro. L’aggiudicazione avrà luogo a favore del soggetto che avrà offerto il prezzo più elevato rispetto a quello a base d'asta. La Camera di Commercio di Oristano procederà ad aggiudicazione anche nel caso in cui sia pervenuta una sola offerta valida. Possono presentare offerta i soggetti pubblici o privati con personalità giuridica e le persone fisiche. Per partecipare all’asta i concorrenti devono far pervenire la propria offerta entro le ore 13.00 del giorno 22 dicembre 2014 all'indirizzo della Camera di commercio di Oristano. Il resto dei soci del Sil sono la Provincia, con il 64 %, il Consorzio industriale con il (9,20), la Confapi Sardegna (2,30), la Confindustria (2,08), l'Ascom (2,07), la Confcommercio (1,15), la Coldiretti (1,15), la Confederazione dei servizi e le attività commerciali, l'Unione delle cooperative e la Cisl di Oristano, tutte con lo 0,69 %.

È chiaro che lo scopo della Camera di Commercio è quello di disfarsi di un peso ingombrante, visto che la società è oramai in liquidazione,

ma rimane tutto il dubbio sugli eventuali acquirenti. Eliminando il resto dei soci, che non hanno certo intenzione, oltre alle risorse per rilevare le quote, ci si chiede cosa se ne fanno i privati di quelle quote di una società che ha concluso il suo fine e la sua vita.

Elia Sanna

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli