Flussio, festa del vino nuovo e premio di poesia S’Isciareu

FLUSSIO. Paese in festa oggi per la quattordicesima edizione della sagra “De su inu nou”, ossia del vino nuovo, che si svolge da qualche anno in concomitanza con un altro appuntamento, legato alla...

FLUSSIO. Paese in festa oggi per la quattordicesima edizione della sagra “De su inu nou”, ossia del vino nuovo, che si svolge da qualche anno in concomitanza con un altro appuntamento, legato alla cultura della poesia in lingua sarda: il settimo premio S’Isciareu. L’intero paese si mobilita per accogliere al meglio gli ospiti. L’amministrazione comunale ha stanziato 2.800 euro per i due eventi. «La sagra De su inu nou è sempre più un punto di riferimento nel nostro territorio, ed anche fuori dai confini della Planargia, per tanti visitatori. Anche quest’anno quindi, nel giorno in cui si spilla il vino nuovo, le nostre cantine saranno aperte ed i nostri concittadini diventeranno ambasciatori dell’ospitalità di Flussio» afferma il sindaco Alessandro Carta. Sul fronte del premio di poesia sarda “S’Isciareu”, ricorda Carta, «Quest’anno anche i bambini delle scuole hanno partecipato con degli elaborati in rima. Una

novità che si aggiunge ad un premio che col tempo sta diventando punto di riferimento per tanti poeti della nostra isola». A presiedere la giuria della settima edizione del Premio di poesia sarda S’Isciareu è una delle migliori penne poetiche dell’isola, Augusto Piras di Suni.(al.fa.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller