FORDONGIANUS

Muro nella Provinciale 23, appello di Ghisu al prefetto

FORDONGIANUS. Sul caso della provinciale 23 il gruppo consiliare in Provincia del Partito democratico chiama in causa la Prefettura. Dopo aver reclamato insistentemente un intervento di messa in...

FORDONGIANUS. Sul caso della provinciale 23 il gruppo consiliare in Provincia del Partito democratico chiama in causa la Prefettura. Dopo aver reclamato insistentemente un intervento di messa in sicurezza del muro di contenimento situato lungo il troncone viario alla periferia nord di Fordongianus, e non senza aver denunciato l’inerzia e il disimpegno dell’ assessorato competente e del settore Viabilità, l’ opposizione provinciale si è rivolta al rappresentante del Governo, sperando nel contempo che le notizie sulla soppressione della prefettura siano infondate.

L’intento è di rimediare a una situazione di pericolo che perdura da sei anni. Tanto tempo è passato dall’incidente automobilistico che provocò il crollo parziale della protezione in muratura che separa la strada dal ciglio di un burrone.

Dopo quell’incidente, secondo quanto dichiarato dal consigliere Battista Ghisu, chi di dovere non avrebbe mai provveduto al ripristino delle condizioni di sicurezza. L’esponente del centrosinistra ha segnalato l’inadempienza della Provincia invocando un atto d’imperio: «Il prefetto può ordinare la demolizione o il consolidamento a spese dello stesso proprietario dei fabbricati e dei muri che rischiano di rovinare se questi non ha provveduto a eseguire le opere necessarie», afferma Ghisu citando l’ articolo 30 del Codice della Strada.

Il referente dell’opposizione rimprovera alla Provincia un ingiustificato immobilismo. «Sarebbero bastate poche centinaia di euro – sostiene – per ripristinare il muro e garantire le condizioni di sicurezza».

Nella sua dura reprimenda Battista Ghisu ricorda le diverse partite aperte con il territorio. «Di certo l’assessore alla Viabilità non può dire di aver speso i soldi in questa parte di provincia nonostante le situazioni a rischio nella strada Fordongianus-Allai e nel tratto antistante le terme della provinciale 23, dove le buche e i pericoli non si contano

più. Ora – conclude il consigliere – confidiamo nell’intervento della Prefettura nella speranza che le voci della presunta soppressione siano infondate perché, in caso contrario, significherebbe l’abbandono da parte dello Stato, in atto da parecchio tempo».

Maria Antonietta Cossu

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community