Nell’ex Consorzio sorgerà il mercato a chilometri zero

A Mogoro il Comune ha deciso questo utilizzo per lo stabile Non solo l’ortofrutta, ma tutte le eccellenze del territorio

MOGORO. Un mercato a chilometro zero, dove siano valorizzate le eccellenze locali e dove si possano trovare i migliori prodotti dell'Alta Marmilla. Rinasceranno con questa finalità i locali dell'ex Consorzio agrario in via Gramsci, dove sono attualmente in corso i lavori e gli interventi di ristrutturazione per permettere la nascita di un'area mercatale. Non solo ortofrutta, ma anche carne, latte e derivati, vino, miele e possibilmente i prodotti da grano. Il progetto definitivo è ancora in fase di definizione ma, di certo, si creeranno su un'area di circa 400 metri quadri una decina di box per altrettante attività che possano dare risalto ai prodotti del territorio. Protagonisti sui banchi saranno infatti genuinità, freschezza e produzione di stagione, non solo del territorio di Mogoro ma anche dei comuni limitrofi, come Masullas, Gonnostramatza, Siris e Pompu. L'immobile è stato acquistato dal Comune con un finanziamento regionale risalente al 2008 e, grazie alla sinergia con Coldiretti che si occuperà dell'aspetto gestionale quando i lavori saranno finiti e i box andranno assegnati, la nuova struttura sarà destinata alla vendita e promozione dei prodotti alimentari che meglio rappresentano il territorio, essendo prodotti in un'area a breve distanza dal luogo di consumo. Lo scopo dell'amministrazione e del sindaco Sandro Brocia, impegnati nella valorizzazione dell'agroalimentare locale, introdotto nelle mense scolastica o attivando una serie di progetti per bambini e ragazzi in collaborazione con aziende e cooperative del territorio, è proprio quello di accorciare la filiera produttiva e mettere in contatto diretto produttori e consumatori. Nel nuovo mercato a chilometro zero non sarà solo offerto un prodotto a un prezzo vantaggioso; ma il vantaggio sarà anche per la salute e per l'ambiente, punti che hanno rappresentato per quattro anni i principali baluardi di forza di questa amministrazione. Infine, un minor impiego dei mezzi di trasporto risulterà anche utile per l'abbattimento dell'inquinamento dell'aria. L'importo complessivo dell'intervento ammonta a 310mila euro, di cui solo per i lavori saranno impegnati oltre 200mila euro. L'immobile era già in buone condizioni dal punto di vista strutturale, ma è stato necessario adeguarlo alla nuova destinazione. Un risanamento globale per il solaio, con ripristino di intonaco e tinteggiatura, e un intervento generale sulle finiture, compresi il rifacimento di pavimento, infissi e serrande. Inoltre, la realizzazione dei bagni, un locale spogliatoio, un piccolo magazzino a

disposizione dei futuri assegnatari dei box e un ufficio amministrativo. All'esterno è prevista la realizzazione di una piccola copertura per mettere al riparo due celle frigo e una pesa pallet. Tutto l'edificio è stato dotato di un nuovo impianto elettrico e di un impianto di climatizzazione.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller