marrubiu

Rapina, condanna ridotta

MARRUBIU. Sembra un paradosso, ma il reato contestato era proprio quello di rapina ai danni di alcuni spacciatori di droga. In primo grado era arrivata la condanna e l’appello non è andata...

MARRUBIU. Sembra un paradosso, ma il reato contestato era proprio quello di rapina ai danni di alcuni spacciatori di droga. In primo grado era arrivata la condanna e l’appello non è andata diversamente. Quel che cambia è invece la pena che dovranno scontare i due rapinatori in trasferta. Da quattro anni e due mesi si passa a tre anni e sei mesi per i due imputati Alessandro Cadelano e Diego Carta, che si erano resi protagonisti di un rocambolesco episodio in Piemonte.

Lì avevano infatti beffato gli spacciatori dai quali avrebbero dovuto rifornirsi. Con questi dovevano effettuare uno scambio tra una partita di droga di scarsa qualità e una di qualità migliore e quindi più facile da piazzare sul mercato. Solo che una volta ricevuta la merce, riuscirono ad evitare lo scambio rapinando gli spacciatori piemontesi.

I guai iniziarono non molto dopo perché i marrubiesi erano intercettati e in Toscana,

quando si accingevano a prendere la nave per il rientro in Sardegna, vennero arrestati. Ieri il procuratore generale della corte d’appello ha chiesto la conferma della condanna. La corte ha accolto solo parzialmente le richieste dell’avvocato difensore Gianfranco Sollai riducendo la pena.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli