Cuglieri perde l’autonomia, protesta Flussio

Il panorama degli istituti nella Planargia scontenta molti sindaci e provoca richieste di chiarimenti

CUGLIERI. Dal punto di vista logistico per gli studenti del paese e delle borgate marine che frequentano il plesso di Cuglieri non cambia niente: la sede scolastica di via Delle Rimembranze resta il punto di riferimento didattico per insegnanti e alunni. Ma a Cuglieri verrà a mancare l’autonomia garantita finora dall’Istituto Comprensivo, questa la novità di non poco conto. Considerato che per la delibera della Giunta Regionale del 6 febbraio sul dimensionamento scolastico, scuola dell’infanzia e primarie, faranno capo all’Istituto Comprensivo di Bosa. Stessa sorte per le scuole di Tresnuraghes e Scano Montiferro, che passano da Cuglieri alla dirigenza scolastica della città del Temo. La rivoluzione fa discutere, anche perché ben diverse erano le considerazioni contenute nella delibera di consiglio comunale approvata nelle scorse settimane a Cuglieri. Con una decisa presa di posizione tesa a mantenere l’autonomia dell’istituto comprensivo attraverso una deroga al parametro dei 400 alunni necessari a garantirla, ed in subordine una serie di proposte che non contemplavano un’aggregazione con Bosa, messa invece nero su bianco ad esempio dal consiglio comunale di Tresnuraghes. Discussione quella sul dimensionamento che in Planargia, già terra di pesanti tagli in passato, che coinvolge invece Flussio, visto che le classi delle elementari dovranno frequentare a Suni. Con una deroga concessa esclusivamente alla scuola di Montresta, i cui alunni delle elementari continueranno a fare lezione in paese, considerata la distanza da Bosa e altri parametri riconosciuti. Il panorama sul fronte scolastico in Planargia e nel Montiferru occidentale, salvo ulteriori aggiustamenti della giunta regionale, diventa quindi il seguente. Sull’istituto comprensivo di Bosa, che ospita i bambini di Modolo e segue le scuole di Flussio e Suni, peserà a riforma pienamente operativa anche la gestione dei plessi di Cuglieri, Tresnuraghes (che ospita gli scolari di Magomadas) e Scano Montiferro (punto di riferimento per Sagama e Sennariolo). Mentre tempo fa tra Suni (che forma le classi con i bambini di Tinnura) e Flussio si era arrivati ad un accordo, con classi garantite a Suni da bambini di Flussio e viceversa. La decisione di cancellare il plesso di Flussio quindi non va giù al sindaco Alessandro Carta «Insieme agli altri comuni bersaglio

del dimensionamento, stiamo elaborando un documento unitario. Per quanto ci riguarda mi chiedo perché la Giunta regionale ha concesso finanziamenti per sistemare le scuole, ed il plesso di Flussio è nuovo e risponde a tutte le normative, e poi le chiude» alcuni dubbi di Alessandro Carta.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller