ABBASANTA

Unione Guilcer, differenziata da migliorare

ABBASANTA. Si attesta al 59 per cento il tasso di differenziazione dei rifiuti raggiunto nei nove paesi del Guilcier. Un dato positivo ma non sufficiente per attribuire alle comunità locali il...

ABBASANTA. Si attesta al 59 per cento il tasso di differenziazione dei rifiuti raggiunto nei nove paesi del Guilcier. Un dato positivo ma non sufficiente per attribuire alle comunità locali il titolo di “virtuose”, né per ottenere le premialità previste dalla Regione. Al contrario, mantenersi sotto la soglia minima del 65% stabilita nel piano regionale di gestione dei rifiuti costerà delle penalità più o meno quantificabili in diecimila euro.

Per contratto la sanzione è a carico della ditta che gestisce il servizio di nettezza urbana, mentre a beneficiare delle premialità e a tradurle in uno sgravio di costi per i cittadini sarebbe stata l’Unione dei Comuni. I dati relativi ai primi sette mesi di gestione del servizio domiciliare di raccolta sotto l’ egida dell’Unione sono stati passati al setaccio dai sindaci del Guilcier, riuniti in assemblea ad Abbasanta per un esame preliminare del Piano finanziario del servizio.

Il referente dell’ente sovracomunale, Marco Uda, ha presentato il quadro dei costi relativi al secondo semestre del 2014, nel corso del quale sono stati spesi 935mila euro. Rispetto alla spesa preventivata sono stati risparmiati circa 57mila euro, economie “fittizie” in quanto realizzate in conseguenza della mancata attivazione di un servizio, e cioè per l’inattività dei sei ecocentri distribuiti sul territorio.

Il ritardo sui tempi di apertura delle isole ecologiche è marcato, anche a causa delle lungaggini dell’iter propedeutico al rilascio delle autorizzazioni, tuttavia ci sarebbero buone possibilità che per la fine dell’anno entrino in funzione gli ecocentri di Abbasanta-Norbello, di Paulilatino e di Aidomaggiore.

Ancora in alto mare sono invece gli impianti di Sedilo, Ghilarza e Boroneddu. Secondo quanto esposto dal tecnico dell’Unione il risparmio conseguito nel 2014 si tradurrà in un abbattimento degli importi fatturati in bolletta agli utenti nell’anno in corso. C’è però da migliorare il conferimento delle frazioni dei rifiuti sia sotto l’aspetto delle modalità sia per quanto riguarda la diversificazione dei materiali

di scarto. A rimarcarlo è stato il sindacato dei dipendenti della Cosir, che ha invitato il gestore del servizio di nettezza urbana a sollecitare i Comuni del Guilcier a una più incisiva opera di sensibilizzazione sui cittadini finalizzata a migliorare la differenziazione. (mac)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller