Commessa di Masullas muore sulla 442

Uras, l’auto di Pietrina Melis è finita contro un’altra vettura. La donna ha cessato di vivere all’ospedale di San Gavino

URAS. A pochi giorni dall'incidente mortale di Putzu Idu, costato la via a Pinuccio Lepori, c'è una nuova croce lungo le strade dell'Oristanese. In un terribile scontro a pochi chilometro da Uras è morta Pietrina Melis, 44 anni, originaria di Mogoro, ma residente a Masullas. È deceduta qualche ora dopo il ricovero nell'ospedale di San Gavino. La donna, commessa nel centro commerciale Porta Nuova di Oristano, era alla guida di una Renault Clio che si è scontrata con una Peugeot 207, dove viaggiava una coppia di Oristano. Questi ultimi se la sono cavata con pochi giorni di prognosi. Nonostante un disperato intervento chirurgico i medici dell'ospedale di San Gavino non sono riusciti a salvare la vita a Pietrina Melis: troppo gravi le lesioni riportate nel tragico scontro. L'incidente è avvenuto ieri mattina lungo la Strada statale 442 che collega Uras con Laconi. La Peugeot 207, condotta da G. P., 45 anni, di Oristano e con a bordo S. S., si è scontrata verso le 11, per cause ancora in fase di accertamento, con la Renault Clio, sulla quale viaggiava Pietrina Melis, 44 anni. La donna stava andando al lavoro, quando all'altezza del chilometro 44 c'è stato lo scontro frontale. La Renault Clio proveniente da Masullas era diretta sulla 131 quando prima della curva si è scontrata frontalmente con la Peugeot. L'impatto tra i due veicoli è stato tremendo, tanto che la Clio si è ribaltata in mezzo alla carreggiata. Pietrina Melis è rimasta incastrata all'interno dell'abitacolo. I soccorsi sono stati immediati. Sul posto sono arrivati i carabinieri di Mogoro, alcune ambulanze del 118 ed i vigili del fuoco del distaccamento di Ales. Gli uomini del 115 hanno utilizzato le cesoie elettriche per liberare la donna che è stata trasferita nell'ospedale di San Gavino. Gli occupanti dell'altra auto, sono invece stati trasferiti al San Martino di Oristano. I medici dell'ospedale di San Gavino, come detto, dopo aver riscontrato le gravi lesioni interne hanno sottoposto la donna ad un delicato intervento chirurgico. Le sue condizioni, già critiche, si sono aggravate nel tardo pomeriggio e Pietrina Melis è morta senza mai riprendere conoscenza. I carabinieri di Mogoro hanno effettuato i rilievi di legge ed ora dovranno accertare le cause che hanno provocato l'incidente. Il magistrato ha disposto il sequestro delle due auto. È possibile che una delle auto abbia sbandato

a causa dell'asfalto reso viscido dalla pioggia caduta abbondantemente. La notizia della morte della donna si è propagata in poco tempo a Masullas e nei paesi vicini. Era sposata con Giorgio Vacca, geometra nel Comune di Sini. Il padre è il titolare della società di trasporti Melis di Mogoro.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller