zeddiani

Bar rapinato, seconda condanna

Tre anni e quattro mesi per il colpo al Bar Caprice in via Roma

ZEDDIANI. Era il complice del rapinatore che è già stato condannato per il colpo messo a segno al Bar Caprice avvenuto qualche anno fa. Questo stabilisce la sentenza pronunciata ieri mattina dal collegio del tribunale di Oristano presieduto dal giudice Modestino Villani, giudici a latere Francesco Mameli e Enrica Marson, che ha condannato l’oristanese Francesco Urraci. Ad incastrare l’imputato, oltre alla non certissima identificazione del poliziotto che intervenne immediatamente quando scattò l’allarme perché il bar era gestito dalla compagna, ci sono anche i rilievi sul telefonino. Da questi risulta che l’utenza di Francesco Urraci agganciò proprio quella di Zeddiani, in più c’era qualche telefonata di troppo nella notte della rapina tra i due complici.

Sulla base di questi tre indizi combinati, il pubblico ministero Armando Mammone ha costruito la propria requisitoria sino ad arrivare alla richiesta di condanna di tre anni e mezzo. Per l’accusa Francesco Urraci era il secondo rapinatore che in quella notte aveva prima svaligiato il bar Caprice in via Roma per poi scagliare contro il poliziotto la slot machine appena rubata. Il primo, Maurizio Atzei (40 anni di San Quirico), era stato già condannato a quattro anni e mezzo al termine del rito abbreviato. Per Francesco Urraci la pena è stata di tre anni e quattro mesi. L’avvocato difensore Pier Luigi Meloni aveva chiesto l’assoluzione perché proprio il poliziotto aveva dichiarato che le sembianze erano quelle di Francesco Urraci, ma non aveva la certezza che fosse realmente l’imputato. E questo concetto era stato

ribadito più volte durante gli interrogatori del testimone. Non è però bastato per evitare la condanna con la pena di tre anni e quattro mesi che fa scattare anche gli arresti domiciliari. L’assoluzione è arrivata esclusivamente per l’altro reato contestato, quello di resistenza. (e.c.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community