Riola Sardo, resta in carcere lo sparatore

RIOLA SARDO. Passerà in carcere il Ferragosto e, probabilmente, anche un bel po’ di tempo in più. Il giudice per le indagini preliminari, Annie Cecile Pinello, al termine dell’interrogatorio di...

RIOLA SARDO. Passerà in carcere il Ferragosto e, probabilmente, anche un bel po’ di tempo in più. Il giudice per le indagini preliminari, Annie Cecile Pinello, al termine dell’interrogatorio di garanzia ha convalidato la misura di custodia cautelare in carcere per Marco Zou, 55 anni di Baratili San Pietro, arrestato due notti fa dopo che aveva scambiato un cartello stradale per un bersaglio. Aveva infatti estratto la pistola e sparato alcuni colpi, seguendo una moda magari diffusa in qualche paese dell’interno ma senza dubbio fuori legge. Poi si era tranquillamente accomodato in un bar per passare qualche ora in compagnia di amici, momento che però era stato interrotto dall’arrivo dei carabinieri della stazione di Riola Sardo che gli avevano anche perquisito l’auto.

È stato a quel punto che è saltata fuori l’arma, con matricola abrasa, assieme a numerose cartucce e ad alcuni grammi di cocaina già confezionata. Inevitabili, quindi, le manette e il trasferimento in carcere che ora diventa una prospettiva ben più lunga di qualche sera. Il pubblico ministero Marco Ulzega, dopo aver contestato a Marco Zou, i reati di porto e detenzione di arma clandestina e di munizioni, di porto e detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e di danneggiamento del cartello stradale, ha infatti chiesto che la misura di custodia cautelare venisse convalidata. E così è stato, al termine di un interrogatorio che si è svolto alla presenza dell’avvovocato difensore Antonello Spda all’interno dello stesso carcere di Massama dove Marco Zou è detenuto.

Le

indagini intanto proseguono e si attende il responso dell’esame del Reparto investigazioni scientifiche dei carabinieri sul principio attivo presente nella droga e soprattutto sulla pistola della quale si cercherà di capire se sia già stata utilizzata in altri episodi criminosi. (e.c.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community