I treni non si fermano più, in stazione le associazioni

Bauladu, nei locali inutilizzati andranno la Oristano Soccorso e i barracelli Rfi ha concesso gli spazi in comodato al Comune che li ha messi a disposizione

BAULADU. La Rete ferroviaria Italiana ha concesso, in comodato d’uso gratuito, i locali della stazione ferroviaria all’amministrazione, che, a sua volta, li ha subito messi a disposizione dell’associazione oristanese “Oristano Soccorso” e della locale Compagnia Barracellare. A Oristano Soccorso sono stati concessi anche i locali adiacenti il vecchio campo sportivo di “Su Montigu”, che potranno essere utilizzati come deposito e parcheggio dei mezzi in dotazione. L’associazione oristanese, che opera anche nel settore della protezione civile, e quindi anche nell’antincendio, grazie alla posizione centrale di Bauladu, potrà intervenire con maggiore rapidità in caso di emergenza.

A Oristano Soccorso sono stati concessi i locali del piano superiore dello stabile, mentre quelli al piano terra saranno occupati dalla Compagnia barracellare.

Nella stazione ferroviaria di Bauladu i treni non si fermano più da oltre vent’anni, ma i locali sono in buono stato di conservazione e quindi, per essere agibili totalmente, non hanno necessità di grandi interventi di ristrutturazione. Perché la sede sia operativa fin da subito basterà installare una linea telefonica con fax, dotarla di computer e arredare gli uffici con qualche scrivania e qualche sedia.

«Nella stazione – ha detto il sindaco Davide Corriga – i treni si fermano, eccezionalmente, solo in occasione del DU festival, che si tiene nel nostro paese ogni anno e richiama un gran numero di giovani da tutta l’Isola. Poter disporre di quei locali, per noi significa essere in grado di risolvere un problema, legato alla sicurezza del territorio, molto importante. Ci consente, infatti, di sistemare due componenti della protezione civile, come Oristano Soccorso e la compagnia barracellare, importantissime per la vigilanza nelle aree rurali e per il pronto intervento».

Nello specifico, Oristano Soccorso dispone di un parco veicoli comprendente ambulanze abilitate a intervenire su attivazione del Servizio 118, per il trasferimento dei malati da e per l’ospedale, altri idonei all’impiego antincendio e un fuoristrada.

Mentre i barracelli sono dotati di un fuoristrada che viene utilizzato per il pattugliamento del territorio.

«La sistemazione delle due associazioni in quei locali – conclude Corriga – contribuisce ad elevare il livello di sicurezza nel nostro territorio».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller