Fordongianus, il sì tra le rovine delle antiche terme romane

In futuro questa scenografica cornice potrà fare da sfondo alle cerimonie nuziali per gli innamorati di tutto il mondo

FORDONGIANUS. Pronunciare il fatidico sì tra vestigia ultramillenarie non è un sogno che si può avverare ovunque. Nell’antica Forum Traiani, però, il desiderio di un matrimonio fuori dal comune può trasformarsi in realtà. In futuro la scenografica cornice delle terme romane potrà fare da sfondo alle cerimonie nuziali per gli innamorati di tutto il mondo. Il giorno più bello per una coppia di sposi merita un’ambientazione d’eccezione e il sito archeologico simbolo del paese termale ha queste prerogative secondo gli esperti del settore.

Sull’attrattività di Fordongianus e sul richiamo della storia locale puntano Oggi Sposi & Events e Shardana Tourism Lab, due società sarde specializzate nell’organizzazione di matrimoni che hanno chiesto e ottenuto il beneplacito del Comune e della Soprintendenza ai beni culturali per allestire un set fotografico che immortalasse il momento dello scambio degli anelli nello scenario incantato delle vestigia romane. L’operazione di marketing è finalizzata a promuovere l’immagine di Fordongianus in tutto il mondo. Gli scatti realizzati nei giorni scorsi, infatti, saranno il vettore di un’importante azione di comunicazione internazionale che coniuga, è il caso di dirlo, la magia dell’unione di due anime e il business degli eventi di contorno.

«Si tratta di un potente strumento di marketing, utile per promuovere il territorio attraverso la suggestione legata alle nozze», spiega lo staff manageriale delle società dirette da Alessia Ghisoni, Cinzia Murgia e Delia Cualbu. Facendo leva sulle potenzialità del turismo nuziale – secondo una ricerca della JFC Tourism & Management, in un anno il turismo per matrimoni ha richiamato in Italia oltre un milione e 221mila presenze da venticinque nazioni producendo un fatturato di circa 315 milioni di euro – le imprenditrici sono riuscite a convincere le istituzioni locali.

«Il Comune di Fordongianus ha sposato quest’iniziativa ritenendola utile per promuovere l’immagine del territorio associata al mondo dei matrimoni e per auspicare l’aumento dei flussi turistici che questo tipo di viaggi può determinare», hanno dichiarato le promotrici dell’iniziativa annunciando che l’esperimento sarà esteso anche ad altri comuni dell’isola.

Adesso non resta che trovare i dolci innamorati pronti a rendere ancor più speciale il giorno

che attendono da una vita e fallo diventare eterno come lo è la bellezza che l’insediamento antichissimo ha lasciato a chi oggi lo può ancora ammirare. Con gli occhi di due sposi sarà ancora più carico di fascino e allora non resta che augurare le buone nozze.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community