Vai alla pagina su Referendum del 17 aprile

Assolo, interesse per il referendum

Partecipazione nel piccolo centro all’incontro con il presidente Ganau

ASSOLO. La Marmilla è verdissima in questi giorni. Verdissima e sempre più spopolata, con quei paesini dai quali ci si allontana sempre di più, alla ricerca di lavoro, di servizi, di futuro. Chi resta si aggrappa a quello che c’è. Ed è in una certa misura una sorpresa arrivare qui per il dibattito organizzato dal Comitato no trivelle sul referendum di domenica e trovare una sala piena, con tanti giovani riuniti ad ascoltare le parole di Gianfranco Ganau, presidente del consiglio regionale, di Daniela Concas, portavoce del comitato No Trivelle Sardegna, e di Giorgio Vargiu, responsabile regionale Adiconsum.

I sostenitori del “Sì” hanno voluto fare tappa ad Assolo, Comune con 400 abitanti, simbolo di una Sardegna dell’interno che sente la crisi come nessun altro. Un dibattito sul referendum per le trivelle in mare fatto qui, tra le dolci colline, potrebbe sembrare strano, ma tutto acquista un senso quando gli organizzatori parlano di un’attenzione per le zone interne, quando ricordano che il tema referendario riguarda tutti. Riguarda le Regioni che hanno le trivelle di fronte alle proprie coste, quelle che non le hanno e quelle Regioni che non hanno coste.

Assolo e i centri vicini hanno risposto con attenzione e curiosità, con la voglia di informarsi e di essere partecipi anche lontano dai centri del potere. Quei centri di potere che spesso, in nome della razionalizzazione, del taglio dei costi, sacrificano le esigenze delle comunità più piccole e isolate.

Da questo piccolo paese, a dispetto delle stradine semideserte di un pomeriggio di primavera, arriva un segnale di attenzione sorprendente. Un’esigenza di sapere e informarsi. Sulle ragioni del Sì, ma più in generale sulle ragioni

di un appuntamento elettorale che riguarda tutti. Il presidente Ganau e i responsabili delle organizzazioni che stanno portando avanti la battaglia referendaria hanno sostenuto i motivi che dovrebbero portare a un pronunciamento chiaro. Da Assolo è arrivato un messaggio che dice: “Ci siamo”.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA LA SCRITTURA

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community