sedilo

Una serata contro gli incendi e per ringraziare degli aiuti

SEDILO. Da Sedilo si leva un monito contro chi attenta all’ integrità dell’ambiente e mina l’economia delle aree rurali con un cerino. Il 30 settembre si svolgerà una manifestazione per...

SEDILO. Da Sedilo si leva un monito contro chi attenta all’ integrità dell’ambiente e mina l’economia delle aree rurali con un cerino. Il 30 settembre si svolgerà una manifestazione per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla problematica degli incendi, fenomeno che quest’estate ha imperversato a lungo sul quadrante settentrionale della provincia colpendo duramente alcuni comuni del Guilcer, del Barigadu, del Montiferru e della Planargia. Sedilo è tra quei paesi che hanno pagato lo scotto maggiore ma il dramma ha originato un’ondata di solidarietà salvifica per i tanti allevatori alle prese con la grave emergenza. Per questa ragione l’iniziativa sarà anche l’ occasione per ringraziare i sardi dell’eccezionale aiuto prestato nell’immediato. Gratitudine per un popolo solidale e condanna contro chi distrugge deliberatamente il territorio mettendo a repentaglio anche vite umane e animali: è la doppia faccia della manifestazione “Chi ama la Sardegna non brucia” organizzata dal Comune e dall’associazione culturale Più Sardegna. I destinatari del messaggio sul rispetto e la conservazione dell’ambiente sono principalmente i giovani, e cioè chi un domani prenderà in consegna quella che qualcuno ha ribattezzato la Casa comune. Alla serata, in

programma alle 18 a Sa prima ighina, saranno invitati a gli studenti e i sindaci dei paesi dell’Oristanese maggiormente segnati dai roghi. Durante l’incontro ci sarà un breve dibattito sul tema cui si alterneranno le esibizioni musicali dei Malinda Mai e dei ragazzi delle scuole.(mac)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller