Sassari, al premio Ozzu Sardu riconoscimenti alle oristanesi

SASSARI. Venticinque produttori, tra aziende e hobbisti, hanno ritirato il premio “Città di Sassari Ozzu Sardu” assegnato dalla giuria del secondo concorso oleario regionale. Al di là delle aziende...

SASSARI. Venticinque produttori, tra aziende e hobbisti, hanno ritirato il premio “Città di Sassari Ozzu Sardu” assegnato dalla giuria del secondo concorso oleario regionale. Al di là delle aziende sassaresi, una specifica sezione del premio ha dato riconoscimenti alle “aziende extraprovincia”: tra queste, alcune della provincia di Oristano. Riconoscimenti per Rosalba Murtas, oleificio pianura del Maestrale, Paulilatino-Siamanna; Italo Rosini, Coop Piccoli proprietari e coltivatori d’Ogliastra, Lanusei, Arzana; Antonella Anna Maria Orrù, Azienda agricola agriturismo il Giglio, Oristano. Graduatoria “hobbisti extraprovincia”: Michele Caboni, Macomer; Antonio Nurchis, Paulilatino; Grazietta Galliu Demurtas, Paulilatino. Menzione speciale “cultivar monovarietale”: Giuseppe Fois, Accademia

olearia Alghero per la varietà “bosana”. Menzione speciale “olio biologico”: Antonella Anna Maria Orrù/ Il giglio, Oristano. Riconoscimento alla carriera a Giovanni Lubino, primo fondatore dell’agrimercato sassarese, proprietario di frantoio e storico associato Coldiretti.(a.me.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller