Samugheo, larve minacciano i tappeti

SAMUGHEO. Vandali e profittatori sono quella tipologia di visitatori al quale nessun museo si sognerebbe mai di aprire le porte, figuriamoci poi se l’ospite indesiderato incarna entrambe le...

SAMUGHEO. Vandali e profittatori sono quella tipologia di visitatori al quale nessun museo si sognerebbe mai di aprire le porte, figuriamoci poi se l’ospite indesiderato incarna entrambe le caratteristiche.

Lo spauracchio di una presenza sgradita, per non dire terrificante, si è da poco materializzato al Murats, dove a essere stati stanati non sono stati portoghesi sprovvisti di biglietto e armati di cattive intenzioni, bensì alcune larve di insetti dannosi per le fibre tessili.

Insomma, non solo quei visitatori atipici avevano evitato il botteghino, ma avevano trovato di che cibarsi gratis per mesi. La scoperta è avvenuta quando la presenza dei parassiti, forse tarme, era ancora circoscritta a un unico tappeto. Una fortuna considerato l’elevato valore economico, etnografico e artistico dei manufatti esposti nell’ala riservata alla collezione classica e nella sezione dedicata alle mostre estemporanee.

Il tappeto invaso dalle larve è stato immediatamente isolato e trattato. La creazione, di recente produzione, pare non abbia riportato danni particolari né la successiva ricognizione eseguita sull'intera produzione di proprietà del museo ha rilevato

la presenza di altri bozzoli.

Tuttavia, a scopo precauzionale il Comune ha disposto un intervento di disinfestazione in tutta la struttura, operazione che sarà effettuata prima che si alzino le temperature, condizione ideale per la metamorfosi delle larve.

Maria Antonietta Cossu

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community