Bosa, ecco il registro operatori ingegno

BOSA. Una garanzia per chi realizza delle idee originali e vuole tutelare la propria opera: è stato istituito il Registro degli operatori del proprio ingegno (Opi), che permette agli iscritti di...

BOSA. Una garanzia per chi realizza delle idee originali e vuole tutelare la propria opera: è stato istituito il Registro degli operatori del proprio ingegno (Opi), che permette agli iscritti di mettersi al riparo da eventuali sanzioni in caso di vendita, a determinate condizioni, di opere od oggetti realizzati grazie alle proprie capacità e maestria artistiche o artiginali. «Il Registro degli operatori del proprio ingegno – spiega l’assessore alle Attività produttive, Silvia Tanda – è uno strumento che dà la possibilità, previa iscrizione, di vendere le proprie creazioni artistiche e di uso comune all’interno di mercatini dell’artigianato artistico appositamente istituiti, oppure in concomitanza di festività comunali, previa disponibilità degli spazi, senza l’obbligo di iscrizione alla Camera di commercio o partita Iva».

Il registro riguarda attività occasionali, saltuarie e amatoriali, effettuate per non più di 30 giorni nell’arco dell’anno solare. Attività che non dovrà superare i 5mila euro complessivi, sempre nel corso dell’anno.

Un’opportunità per incrementare di qualche euro i bilanci familiari: «Gli operatori del proprio ingegno possono essere infatti sia occupati che vogliono poter dare libera espressione al proprio estro artistico, che non occupati, che grazie a questo strumento possono trovare un modo per arrotondare a fine mese». Lo strumento potrà presto essere messo in pratica: «Obiettivo a breve termine è quello di destinare appositi spazi, all'interno di festività comunali, alla esposizione degli Opi. Spero quindi che presto avremo un numero tale di iscrizioni che consenta, già da questa estate, l’organizzazione di un vero mercatino dell'artigianato

artistico».

Fra una settimana sarà possibile andare in comune e richiedere l'iscrizione al Registro Opi. «Presto organizzerò un incontro pubblico – conclude l’assessore – per fornire i dettagli di questa iniziativa e discutere con gli interessati di eventuali dubbi o proposte».

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community