Vecchie conoscenze ma anche volti nuovi in 4 Comuni al voto

Si preparano le liste a Aidomaggiore, Sedilo, Soddì e Ardauli C’è qualche certezza, ma molte caselle sono ancora vuote

AIDOMAGGIORE. Tra voto anticipato, ricandidature e ritiri dalla scena politica locale, sono quattro i Comuni dell’Alto Oristanese che si presenteranno all’appuntamento elettorale dell’11 giugno. Aidomaggiore torna alle urne dopo appena due anni di legislatura, interrotta dalla prematura scomparsa del sindaco Adele Virdis. Dopo lo stordimento iniziale anche in paese hanno preso a fermentare le idee per la costruzione di un nuovo orizzonte amministrativo. Si parla della discesa in campo di due schieramenti. Il 2017 potrebbe segnare il ritorno di un ex, Mariano Salaris, che amministrò dal 2005 al 2010. L’interessato conferma il movimento attorno alla formazione di una lista, ma sulla candidatura non si sbilancia: «Faccio parte del gruppo di lavoro e da parte mia c’è il desiderio di contribuire al progetto, ma siamo ancora in una fase evolutiva».

La formazione antagonista è espressione della maggioranza uscente, che però non ha ancora chiuso le fila: «Stiamo valutando tante cose, non è semplice. Ancora non si è parlato del candidato, se ci presenteremo io ci sarò, ma non so con quale ruolo», ha detto la vicesindaco Antonella Barranca.

Ritorna al voto dopo appena due anni anche Sedilo. Il centrosinistra candida per la terza volta consecutiva Umberto Cocco, vittorioso nel 2010 e sconfitto alle comunali del 2015. Il suo avversario era Alessio Petretto, che si è dimesso a causa della crisi interna. Il suo principale alleato era diventato a un tratto il suo più grande avversario e oggi anche un candidato alla successione. L’ex vicesindaco Salvatore Pes si presenterà per il centrodestra nelle vesti di capolista, come aveva fatto nel 2010.

Si lavora a una lista unitaria, invece, nel comune di Soddì. Almeno questo è l’auspicio del sindaco uscente: «Spero si vada in quella direzione. Se così non fosse non mi troverebbe disponibile né uno schieramento né l’altro perché vorrei continuare a lavorare a un progetto largamente condiviso» ha dichiarato Francesco Medde, che riguardo a un possibile mandato bis precisa: «Per me la priorità è che il paese abbia un’amministrazione, non intendo imporre la mia candidatura. Sono una riserva di seconda linea e mi aspetto anzi che ci sia un altro titolare. Mi riproporrò solo se nessuno vorrà farlo».

E il quorum dovrebbe essere l’unico avversario anche della compagine che si presenterà alle urne in quel di Ardauli, dove è l’assessore uscente Massimo Ibba ad ambire alla fascia tricolore. Non

correrà per il terzo mandato consecutivo il primo cittadino, che già un anno fa aveva annunciato il ritiro dalla scena amministrativa: «È stato un lavoro molto impegnativo ma che ci ha dato tante soddisfazioni - ha dichiarato Roberto Putzolu -, tuttavia la mia esperienza per ora termina qui».

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller