salute

Chirurgia, tecniche a confronto

Le patologie del colon-retto tra laparoscopia e robot guidati

ORISTANO. Laparoscopia o robot? Due tecniche chirurgiche altamente raffinate che trovano applicazione anche in interventi sino a ieri di esclusiva competenza dei sistemi più tradizionali. Di chirurgia laparoscopica e robotica applicata ai tumori del colon retto si parlerà domani dalle 9 nella sala congressi della Confcommercio-Ascom-Unifidi. L’evento, che conterà sulla presenza di relatori di calibro internazionale, metterà a confronto le più moderne tecniche chirurgiche con cui vengono affrontate le malattie del colon-retto, che permettono di ridurre notevolmente il trauma post-operatorio. Nel corso del convegno sarà presa in esame la videolaparoscopia che consente, attraverso piccole incisioni, l’introduzione nell’addome di particolari strumenti tra cui una piccola telecamera che guida il chirurgo e gli permette di operare dall'esterno, seguendo l'intervento su monitor che riproducono immagini estremamente ingrandite e ad alta definizione. Il vantaggio per il paziente consiste nella riduzione del dolore postoperatorio e in ricoveri più brevi, con un più rapido ritorno alla vita normale. La tecnica videolaparoscopica è ormai utilizzata in ogni branca della chirurgia: da decenni è la tecnica standard per il trattamento della calcolosi della colecisti ed è applicata anche al trattamento delle malattie del colon, in particolare

le neoplasie. Più recente e maggiormente complessa è la chirurgia robotica, che sarà il secondo tema dell'evento formativo: in questo caso gli strumenti chirurgici, sono in realtà i bracci meccanici di un robot controllato da chirurghi attraverso una consolle situata a distanza dal paziente.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro