Ingegneri, elezioni con protesta all’Ordine

ORISTANO. Di elezione in elezione. Stavolta il Comune non c’entra, perché i problemi nascono all’interno dell’Ordine degli ingegneri dove un nutrito gruppo di professionisti ha rinunciato in blocco,...

ORISTANO. Di elezione in elezione. Stavolta il Comune non c’entra, perché i problemi nascono all’interno dell’Ordine degli ingegneri dove un nutrito gruppo di professionisti ha rinunciato in blocco, per solidarietà, alla candidatura nel nuovo Consiglio dell’Ordine provinciale di Oristano. Un problema, facilmente risolvibile, si sarebbe trasformato in qualcosa di inspiegabilmente insormontabile così da far nascere la fronda aventiniana. «A far maturare questa difficile scelta la mancata accettazione di due candidature dovuta alla mancata consegna della posta elettronica certificata non giunta a destinazione perché la casella di posta certificata del destinatario era satura e non poteva quindi ricevere mail».

A farne le spese sono stati due ingegneri Mauro Amendola e Giorgio Mana che hanno ricevuto la solidarietà immediata dei colleghi Giancarlo Arca, Moreno Atzei, Emanuel Atzori, Francesco Fais, Marco Mastinu, Alberto Putzu ed Eloisa Siddi, i quali «vedono, nella decisione dei componenti del seggio elettorale, una mancata occasione di democrazia in seno all’Ordine. Non consentire a due colleghi di potersi impegnare per il funzionamento e l’accrescimento dell’Ordine appare un fatto grave e poco rispettoso verso gli stessi colleghi che abbiano deciso di dedicare parte del loro tempo all’Ordine. Rimane il rammarico per la mancata possibilità di un equo e democratico confronto con tutti gli iscritti
che andranno al voto. Un’occasione persa e un’imbarazzante inefficienza», perché un ordine professionale che non ha la propria posta certificata funzionante è un problema non da poco nel 2017, dove gli altri strumenti (fax compreso) sono ormai superati.

Enrico Carta

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community