Vai alla pagina su Vaccini

Bimbo col tetano, fiaccole contro i vaccini 

Il movimento VacciPiano nella città dove si è manifestato il caso dovuto alla scelta di non sottoporre il piccolo alla profilassi

ORISTANO. Manifesteranno con una fiaccolata “Contro l’obbligo vaccinale, per la libertà di scelta e informazione” nella città dove, in un letto dell’ospedale, c’è un bambino di dieci anni che ha rischiato di morire di tetano perchè, nel nome di questa libertà esercitata dai suoi genitori, non è stato sottoposto al vaccino che lo avrebbe messo al riparo dalla patologia. Così domani a Oristano gli animatori di “VacciPiano Sardegna- Movimento per la libertà di scelta”, in altre parole quanti si oppongono al decreto Lorenzin, si troveranno per dire la loro sull’argomento. L’evento è stato battezzato “Luce Sui Diritti”, l’incontro si farà in piazza Roma, a partire dalle 19. Il tam tam corre sui social, l’iniziativa era stata già programmata tempo fa ed è la replica di quella che si è svolta a Cagliari, a inizio mese.

Stavolta però, la questione ha un altro risvolto. Perchè il caso Oristano, il bambino che ha contratto il tetano, una patologia eradicata da almeno un trentennio grazie proprio alle pratiche vaccinali, è entrato nelle case di tutta Italia. Ed è singolare che proprio in questa città si svolga una manifestazione da parte di chi sostiene l’inutilità e la pericolosità delle vaccinazioni. Visto che, alla prova dei fatti, la pericolosità manifesta è la conseguenza della mancanza della vaccinazione. Che non ha protetto il bambino, dal momento che la sua famiglia ha scelto di non sottoporlo ad alcuna vaccinazione: né lui né i fratelli. E nel momento in cui si è manifestato il problema, ha continuato a rifiutare la profilassi. Poi la situazione è precipitata. E se il piccolo si è salvato, è grazie alla professionalità dimostrata dai medici della Pediatria dell’ospedale di Oristano.

I “vaccinoscettici”, in questa parte di Sardegna non hanno mai attecchito e la conferma arriva dalle statistiche della Assl che dimostrano come oltre il 99 per cento dei bambini la cui competenza è della Assl di Oristano sia stato sottoposto a vaccinazione. Un dato in controtendenza rispetto a quanto sta accadendo nel territorio nazionale. Attraverso Facebook si apprende che in 74 abbiano già dichiarato di voler partecipare alla fiaccolata di domani e altri 142 sono invece gli interessati all’evento.

Al di là di tutto, l’aver esposto un bambino ad un rischio elevatissimo – meglio ricordar che di tetano si può morire – potrebbe
avere altre ripercussioni anche di natura legale. La segnalazione di un bambino sottratto a vaccinazioni obbligatorie è stata fatta all’Ufficio di igiene e proflassi della Assl, che lo comunica agli organi interessati. Compresa l’autorità giudiziaria competente per i minori.



TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro