Aggressione a Zerfaliu, patteggia

ZERFALIU. Alla fine la via più breve ha vinto. Si è chiuso con il patteggiamento dell’imputato il processo per il movimentato episodio accaduto durante la scorsa sagra degli agrumi. Omar Arru che ne...

ZERFALIU. Alla fine la via più breve ha vinto. Si è chiuso con il patteggiamento dell’imputato il processo per il movimentato episodio accaduto durante la scorsa sagra degli agrumi. Omar Arru che ne era stato protagonista ha visto inflitta una pena di dieci mesi. Nella sera del sabato del week end dedicato alla festa aveva prima offeso pesantemente alcuni ragazzi stranieri ospiti di un centro di prima accoglienza, poi si era scagliato contro due agenti della polizia locale e contro i carabinieri che cercavano di calmarlo. Arrestato immediatamente era stato accusato di oltraggio, minacce e lesioni. Omar Arru si era trovato di fronte ad alcuni migranti che stavano collaborando all’organizzazione della ventesima sagra degli agrumi. A quel punto avrebbe rivolto loro delle ingiurie tanto che altre persone del paese avevano subito provato a calmare gli animi. Solo che questo tentativo di difendere gli incolpevoli ragazzi aveva provocato ulteriori reazioni da parte di Omar Arru. Così ieri, assistito dall’avvocato Giannella Urru, ha scelto la via del patteggiamento di fronte
al giudice monocratico Elisa Marras e all’avvocato di parte civile Giuseppe Piras che assisteva i carabinieri e gli agenti della polizia locale vittime loro malgrado della violenza improvvisa. Per il risarcimento alle parti offese bisognerà procedere attraverso un procedimento civile.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro