Ardauli, anziano bloccato a letto salvato dopo giorni

I vigili del fuoco intervenuti dopo la segnalazione di un vicino. Salvato anche il suo asinello

ARDAULI. L'allarme lanciato dai vicini di casa, che non lo vedevano da diversi giorni, ha probabilmente salvato la vita a un anziano pensionato di Ardauli, Antonio Angelo Piras, ma anche all’asinello dell’uomo, uniti in una situazione di grande difficoltà che avrebbe potuto avere esiti molto seri.

È successo lunedì sera intorno alle 19. Per entrare nell'abitazione di via Baracca, dove si pensava ci fosse il pensionato di cui da giorni non si avevano notizie, è stato necessario l'intervento di una squadra dei Vigili del fuoco del distaccamento di Ghilarza, che è stata dirottata ad Ardauli da San Vero Milis dove era impegnata per spegnere l'incendio alla periferia del paese.

I vigili del fuoco hanno dovuto raggiungere un terrazzino e poi forzare la porta chiusa a chiave dall'interno. Come prevedibile, lì hanno trovato Antonio Angelo Piras a letto in stato confusionale.

Subito è stato richiesto l’intervento di un medico, che ha visitato a lungo il pensionato trovandolo in uno stato di preoccupante disidratazione. Probabilmente aveva avuto un malore, non mangiava e non beveva da diversi giorni: l’animale è stato dissetato e assistito da un compaesano.

A quel punto è stato chiesto anche l'intervento del 118 e l'anziano pensionato è stato sistemato su una barella e portato giù dai Vigili del fuoco e poi con l'ambulanza trasportato al pronto soccorso dell'Ospedale San Martino.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della

Compagnia di Ghilarza. Antonio Angelo Piras non ha parenti e la casa di via Baracca dove abita da solo è apparsa in condizioni precarie. Ovunque c’erano grandi quantità di rifiuti forse accumulati negli ultimi giorni anche a causa dello stato di profonda prostrazione in cui versava l’uomo.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro