Oristano, un quadro per sancire il gemellaggio tra Sartiglia e Alka

Un'opera del pittore Federico Fadda donata dalla Fondazione aila città croata di Sinj

ORISTANO. Non solo un abbraccio simbolico. Non solo la partecipazione diretta alla manifestazione. Stavolta, la delegazione oristanese che nei giorni scorsi ha partecipato alla storica Alka di Sinj in Croazia, ha rinnovato il gemellaggio con la Sartiglia anche attraverso un prezioso dono per le autorità croate.

Il pittore oristanese Federico Fadda, che della Sartiglia è cavaliere e in passato è stato anche componidori, ha affidato alla Fondazione Sa Sartiglia un quadro da donare agli organizzatori dell’Alka.

L’opera, intitolata “Amicizia, stima e tradizione”, rappresenta con un linguaggio impressionista figurativo, il gemellaggio tra le due grandi manifestazioni cavalleresche.

Il dipinto rappresenta l’incontro tra il nostro capo corsa Su Componidori e un Alkaro, con al centro la torre di Vukovar simbolo del conflitto con la Serbia negli anni ’90. «Il quadro – come spiega l’autore – è dipinto in maniera monocromatica, nero e rosso, dove il nero rappresenta il periodo buio del conflitto dettato dalla atrocità della guerra e il rosso esprime amore, evidenziando la rinascita croata e il gemellaggio di fratellanza con il popolo di Oristano».

Alla manifestazione e alla cerimonia di consegna del quadro da parte della delegazione oristanese hanno assistito il sindaco di Sinj, Kristina Križanac, il presidente dell’associazione croata cavalleresca Stipe Jukic, il sindaco di Vukovar e alcuni membri del governo croato.

La presentazione del dipinto, introdotta da una lettera del sindaco

di Oristano Andrea Lutzu e dal saluto del presidente della Fondazione, Angelo Bresciani, portato dai consiglieri Antonio Sanna e Luigi Cozzoli, si è svolta nella sala proiezioni del bellissimo museo di Sinj. Dopo la consegna, i tamburini del gruppo Città di Oristano hanno intonato Aristanis.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista