MOTORADUNO 

Super Sic Day a Torregrande Moto, passione e solidarietà

ORISTANO. Il rombo dei motori ha invaso Torregrande, così come l’hanno invasa gli appassionati delle due ruote e soprattutto di Super Sic, Marco Simoncelli, l’indimenticato campione morto nel 2011 in...

ORISTANO. Il rombo dei motori ha invaso Torregrande, così come l’hanno invasa gli appassionati delle due ruote e soprattutto di Super Sic, Marco Simoncelli, l’indimenticato campione morto nel 2011 in Malesia. Una passione, quella che ha portato migliaiai e migliaia di appassionati che ormai, di anno in anno, sanno che sul lugnomare di Oristano possono dare visibilità a una passione, anzi due: quella per il loro campione e quella per i bolidi a due ruote e per le acrobazie che ci si possono fare sopra. Non solo acrobazie, ovvio: tra i tanti, anche chi ha scelto la versione easy della giornata, la presenza, senza corse, senza strafare. Bastava esserci.

C’è sicuramente un grande cuore che batte per i motori, dentro questo evento che sarebbe riduttivo chiamare motoraduno, organizzato da MotoSardegna58, in collaborazione con la Fondazione Marco Simoncelli 58 (era il suo numero di gara) e con il Comune. C’era asnche Kate Fretti, la fidanzata di Marco.

La giornata di ieri è stata il culmine di 48 ore iniziate sabato con giochi e spettacoli. Ieri, raduno e partenza del gruppone per il solito giro nel Sinis. Quindi rientro a Torregrande, varie esibizioni
e motori rombanti, perfettamente udibili dai tanti bagnanti che affollavano la spiaggia. Spazio anche alla solidarietà: iscrivendosi alla alla Fondazione, presente con uno stand, siaiuta il progetto Centro diurno per ragazzi disabili a Santa Marta Coriano. Nel nome di Super Sic.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller