Nureci, condanna unanime della violenza

Consiglio comunale aperto dopo l’attentato all’architetto Porru. Si punta sulla videosorveglianza

NURECI. «Siamo e resteremo un’unica grande famiglia che ha il pregio di essere stata sempre solidale e unita». Con queste parole, accolte dall’ applauso dei presenti, il sindaco Sandrino Concas, nel corso di una seduta straordinaria del consiglio comunale, ha espresso l’ unanime condanna del grave atto intimidatorio subito dall’architetto Pierino Porru, la cu abitazione, lo scorso mercoledì, è stata colpita con fucilate a pallettoni alle finestre. Fortunatamente non ci sono stati feriti,, ma il gesto continua a destare preoccupazione.

«Come tutti voi sapete, dopo i fatti successi mercoledì scorso – ha detto il primo cittadino – ho ritenuto necessario convocare questa seduta straordinaria del Consiglio per discutere della situazione. Innanzitutto, a nome mio e di tutta la comunità che rappresento, voglio esprimere la più profonda solidarietà al nostro concittadino Pierino Porru e a tutta la sua famiglia per il gravissimo atto intimidatorio di cui è stato oggetto la notte del 16 agosto scorso. Atto che condanno fermamente e che ha scosso tutta la nostra comunità, non abituata a questo tipo di violenza che ha messo a serio repentaglio l’incolumità di Pierino e di tutta la sua famiglia e che si ripercuote sull’intera popolazione togliendoci quella serenità di cui abbiamo bisogno per affrontare la vita di tutti i giorni».

A prendere la parola è stato lo stesso Porru, che ha ringraziato l’intera comunità per la vicinanza in questo difficile momento. In particolare, l’architetto, capo dell’Ufficio tecnico del Comune di Genoni, ha voluto dare lettura della lettera che ha inviato al Prefetto per denunciare la presenza di un clima di violenza anche in paesi finora ritenuti oasi di tranquillità.

Porru ha anche auspicato maggiore attenzione delle autorità preposte nella cura e nella tutela dell’ordine pubblico. Sul fronte sicurezza, è intervenuto il sindaco Concas che ha ricordato che in bilancio, a monte
degli accadimenti del 16 agosto 2017, erano già state stanziate risorse finanziarie per dotare il paese di un moderno impianto di videosorveglianza.

Progetto, questo, che alla luce anche di quanto accaduto sarà senz’altro ampliato e integrato.

Ivana Fulghesu

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro