Sedilo, primo palio del Guilcer Cavalli e agroalimentare

SEDILO. La tradizione equestre e l’enogastronomia saranno la linfa della manifestazione che il Comune sta mettendo in cantiere per il 21 e il 22 ottobre. Il programma di massima sarà illustrato nel...

SEDILO. La tradizione equestre e l’enogastronomia saranno la linfa della manifestazione che il Comune sta mettendo in cantiere per il 21 e il 22 ottobre. Il programma di massima sarà illustrato nel corso dell’incontro previsto venerdì sera a Sa prima ighina, dove sarà presentata anche la rete del Centro commerciale naturale e raccolte nuove adesioni. L’evento ruoterà principalmente attorno al primo palio del Guilcer, competizione che coinvolgerà i nove paesi dell’ambito territoriale, due rappresentative del Barigadu e i Comuni di Santu Lussurgiu, Dualchi, Borore, Ottana e Noragugume, tutte realtà accomunate da una radicata cultura del cavallo. In totale saranno sedici i Comuni partecipanti. Tra loro Samugheo e Nughedu Santa Vittoria, primo e secondo classificati al palio del Barigadu. Con l’iniziativa, riservata ai soli esemplari anglo arabi e ai fantini non professionisti, l’amministrazione sedilese punta
a valorizzare gli allevamenti equini del territorio e a dare ai cavalieri della zona un’opportunità per dimostrare la loro abilità. Ma avranno un ruolo di primo piano anche le produzioni agroalimentari, che daranno vita a una rassegna enogastronomica diluita in due giornate. (mac)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro